"Faceva spacciare droga a giovani ragazzine", condannato un 40enne

L’uomo di Menfi sarebbe stato il punto di riferimento dell’operazione ed avrebbe impiegato giovanissime

Cinque anni di reclusione ed una maxi multa pari a 24 mila euro. È questa la pena inflitta dal tribunale di Sciacca a Giuseppe Sanzone, 40enne, di Menfi. E’ lui il personaggio principale dell’operazione “Street food”. Il pm, Michele Marrone, aveva chiesto 8 anni e 60 mila euro di multa. L’uomo era accusato di avere usato due minorenni, nascondendo la droga nei loro indumenti intimi. Secondo quanto fa sapere l’edizione odierna del Giornale di Sicilia, la difesa ha sostenuto che una buona parte dei fatti contestati, il loro assistito aveva subito una condanna in primo grado con tre anni di reclusione. lIl processo è stato celebrato, con il rito abbreviato, davanti al tribunale in composizione collegiale dopo che la richiesta di abbreviato condizionato era stata rigettata dal giudice Alberto Davico in sede di udienza preliminare. A difesa di Sanzone, l’avvocato Accursio Gagliano.  L’uomo di Menfi sarebbe stato il punto di riferimento dell’operazione ed avrebbe impiegato due ragazze inferiori all’età di 14 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il colpo in banca da oltre 50mila euro, la banda dal gip: uno dei banditi aveva distintivo dei carabinieri

  • "Intascava i soldi delle carte di identità elettroniche", arrestato impiegato comunale

  • Vede l'auto in fiamme, si precipita in strada e viene accoltellato: un arresto

  • Coltello alla mano si scaglia contro la moglie e la colpisce alla tempia: 58enne arrestato per tentato omicidio

  • L'incidente di Canicattì, le ferite erano così gravi da uccidere la 35enne?

  • Non ha soldi nemmeno per i vestiti e la biancheria, reclusa chiede aiuto ai "Volontari di Strada"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento