"Faceva spacciare droga a giovani ragazzine", condannato un 40enne

L’uomo di Menfi sarebbe stato il punto di riferimento dell’operazione ed avrebbe impiegato giovanissime

Cinque anni di reclusione ed una maxi multa pari a 24 mila euro. È questa la pena inflitta dal tribunale di Sciacca a Giuseppe Sanzone, 40enne, di Menfi. E’ lui il personaggio principale dell’operazione “Street food”. Il pm, Michele Marrone, aveva chiesto 8 anni e 60 mila euro di multa. L’uomo era accusato di avere usato due minorenni, nascondendo la droga nei loro indumenti intimi. Secondo quanto fa sapere l’edizione odierna del Giornale di Sicilia, la difesa ha sostenuto che una buona parte dei fatti contestati, il loro assistito aveva subito una condanna in primo grado con tre anni di reclusione. lIl processo è stato celebrato, con il rito abbreviato, davanti al tribunale in composizione collegiale dopo che la richiesta di abbreviato condizionato era stata rigettata dal giudice Alberto Davico in sede di udienza preliminare. A difesa di Sanzone, l’avvocato Accursio Gagliano.  L’uomo di Menfi sarebbe stato il punto di riferimento dell’operazione ed avrebbe impiegato due ragazze inferiori all’età di 14 anni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Incidente alla rotatoria Giunone: è morto un trentacinquenne

  • Forti piogge, riecco il maltempo: è allerta meteo gialla

  • L'incidente che ha ucciso Angelo, Racalmuto è sotto choc: annullati tutti gli eventi del week end

  • Mamma di due bambini prova a lanciarsi dal viadotto, salvata in extremis dalla polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento