Girgenti acque chiede tregua a Zambuto: "Ci decidiamo a lavorare per la città?"

Lunga nota di Girgenti acque in risposta alle accuse del sindaco di Agrigento. Poi l'apertura: "Basta con questa guerra sterile. Ci facciamo promotori di un tavolo tecnico all'Ato per risolvere il problema"

Marco Campione e Marco Zambuto

La Girgenti acque Spa chiede una tregua al sindaco Zambuto: "Basta con questa guerra divenuta ormai sterile e improduttiva. Lo chiediamo davvero con il cuore in mano, vogliamo impiegare il tempo a lavorare? Cosa ne dice, signor sindaco?". La nota della società che gestisce il servizio idrico integrato arriva nel giorno in cui la notizia dell'inchiesta della Procura della Repubblica sulle assunzioni in Girgenti acque fa il giro di giornali, siti internet e televisioni. La ditta che fa capo all'imprenditore Marco Campione risponde, con una lunga nota, agli attacchi del primo cittadino.

"Restiamo stupiti dalle affermazioni del sindaco - scrivono in una nota - in riferimento agli sversamenti che si verificano nella località balneare agrigentina in caso di pioggia. Il sindaco sostiene che poco o nulla hanno a che vedere le acque bianche che sversano nei collettori fognari, e anche noi vorremmo ardentemente che fosse così, ma la risposta è sotto gli occhi di tutti. Il sindaco sostiene che vi è uno sversamento delle acque nere solo perché la fogna è ostruita? Scusateci, oggi c’è il sole (almeno fino ad ora), qualcuno sarebbe così gentile in uno spirito di pura collaborazione nel principio della verità, di recarsi a San Leone e verificare se in questo momento sono in corso degli sversamenti? E qualcuno, è stato sul posto ieri, mentre era il corso un fenomeno temporalesco consistente per vedere se la “fogna sversava” a mare? Ieri sicuramente sì, e il risultato lo conosciamo. Com‘è noto, abbiamo anche installato degli impianti di video sorveglianza che hanno il preciso obiettivo di rendere conto a tutti, in primis i cittadini e la Procura della Repubblica, di quanto accade nella vasca di accumulo delle acque nel piazzale della P.S. e della Padri vocazionisti. Delle due l’una: lo sversamento si verifica quando piove o anche durante le giornate soleggiate? Quindi, in altre parole, la rete fognaria è ostruita (sversamento costante) oppure le acque piovane vi confluiscono causando disagi ai cittadini (sversamento condizionato)? Lo stesso sindaco, tra l’altro, afferma, e lo leggiamo oggi sui giornali, di avere avviato dei controlli durante i quali ha individuato irregolarità negli allacci delle acque piovane. Ancora una volta: delle due, l’una. Sotto accusa anche il temporale che la notte tra martedì e mercoledì si è abbattuto sulla nostra zona. in quella occasione, il personale tecnico di Girgenti Acque SpA è rimasto fino alle 4 del mattino a monitorare gli impianti. Probabilmente, essendo un orario notturno, il sindaco riposava (com’è giusto che faccia, attenzione) e non si è accorto della quantità d’acqua venuta giù. Oppure, anche in questo caso, dobbiamo pensare che gli agrigentini vanno tutti in bagno nello stesso momento, anche la notte, quando scoppia un temporale? Ma attenzione anche in questo caso il sistema fognario, trattandosi di acque nere, sarebbe in grado di funzionare correttamente".

Da qui l'apertura di Girgenti acque per il sindaco Zambuto. "La nostra intenzione non è quella di rispondere ad ogni nota che il sindaco emette, ma vorremmo semplicemente “spiegare”, dati alla mano, e dare modo ai cittadini di trarre le proprie conclusioni. Ancora una volta, e lo chiediamo davvero con il cuore in mano, vogliamo impiegare il tempo a lavorare anziché continuare a farci una guerra divenuta ormai sterile e improduttiva? Cosa ne dice, signor sindaco? Noi lavoriamo, da sempre, nell’ottica di rendere un servizio efficiente e in questo senso cerchiamo costantemente di migliorarci e di fare sempre meglio"

Girgenti acque si fa così promotrice di un tavolo tecnico all’Ato idrico, che veda la collaborazione di tutti i soggetti a vario titolo competenti e coinvolti, con l’obiettivo della definitiva risoluzione dei problemi che si verificano in occasione di eventi meteorici di consistente entità, in conseguenza delle immissioni di acque bianche nel sistema fognate delle acque nere.

"Tale iniziativa - conclude la nota di Girgenti acque - assume fondamentale importanza anche nella prospettiva della trasformazione del sistema fognante delle acque nere di San Leone che verrà messo in atto con la realizzazione del depuratore del Villaggio Mosè. Infatti con il nuovo assetto del sistema fognante, le centraline, pur cambiando le loro modalità di funzionamento, rimarranno operative e, pertanto, l’immissione delle acque bianche nel sistema fognante delle acque nere, se non risolto, continuerà a comportare gli effetti noti e documentati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

  • La tempesta tiene in ostaggio la provincia, è allerta "arancione": ecco dove resteranno chiuse le scuole

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento