Claudio Baglioni "figlio" di Lampedusa nella bufera, Martello: "Merita rispetto"

Il primo cittadino dell'isola: "A proposto delle sue parole pronunciate di recente, andrebbero lette tutte, non bisogna fermarsi ai titoli"

Foto archivio

Claudio Baglioni è nella bufera. L’artista, direttore artistico di Sanremo, si è schierato a difesa dei migranti. Baglio, da sempre, “figlio” dell’isola di Lampedusa, ha voluto dire la sua in sede di conferenza stampa. L’artista ha così parlato: “Se la situazione non fosse drammatica, ci sarebbe da ridere. Ci sono milioni di persone in movimento – dice Baglioni - non si può pensare di risolvere il problema evitando lo sbarco di 40-50 persone, siamo alla farsa”. A Baglioni ha subito risposto il ministro Salvini che ha così sbottato: “Baglioni? Canta che ti passa, lasca che d sicurezza, immigrazione e terrorismo si occupi chi ha diritto e dovere di farlo”. Questa la replica di Salvini.

Cresce, intanto, l’imbarazzo tra i vertici Rai. "Mai più a Sanremo". Queste le parole della direttrice di Rai 1, Teresa De Santis. Baglioni è stato silurato  da mezza sconfitta: “L’Italia – dice Baglioni – si è incattivita ed io mi sento sconfitto”.

A parlare della vicenda, anche il sindaco di Lampedusa, Totò Martello: “ Ho conosciuto Claudio Baglioni a Lampedusa lo stimo non solo per le sue grandi qualità artistiche, è un uomo che merita rispetto. A proposto delle sue parole pronunciate di recente, andrebbero lette tutte, non bisogna fermarsi ai titoli. È vero, il tema della migrazione comprende aspetti dei quali si parla troppo poco, e credo che la preoccupazione di Baglioni sul clima che si vive in Italia sia un atto d’amore per il nostro Paese. Purtroppo però, come spesso accade, tutto viene appiattito sul piano delle polemiche quando invece bisognerebbe dedicare attenzione al merito delle cose.  Rinnovo un caloroso saluto a Claudio Baglioni, e mi auguro di rivederlo presto nella 'sua' Lampedusa".

Baglioni e Lampedusa, è una love story che dura da tempo. L’artista, è stato – per tanto tempo – il volto di O’Scià, concerto simbolo dell’isola più grandi delle Pelagie.  Baglioni, adesso, è atteso più che mai sulla sua Lampedusa.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Arrivano 6 milioni di euro e il Comune è pronto a saldare i debiti, Carmina con le spalle al muro dalle mozioni di sfiducia

  • Incidenti stradali

    Incidente frontale lungo la Sciacca-Caltabellotta: muore un pensionato ottantenne

  • Cronaca

    Multe del 2016 non onorate, Comune tenta recupero di 137 mila euro

  • Video

    "Giornate Fai di primavera", i tesori dell'Agrigentino presi d'assalto

I più letti della settimana

  • Ancora sangue sulle strade: 53enne perde la vita in un incidente sulla statale 118

  • Vede palpeggiare la sorella dal balcone, scende e gli stacca l'orecchio a morsi: rinviati entrambi a giudizio

  • "Loggia segreta capace di condizionare la politica", due agrigentini coinvolti: una arrestata e l'altro indagato

  • L'incidente mortale di Joppolo, il sindaco di Raffadali: "Sarà lutto cittadino"

  • Abbandonava cartoni e copertoni d'auto in via Gioeni, sorpreso e bloccato dal sindaco

  • L'omicidio di Alessandria, la vittima ha fatto il nome dell'assassino prima di morire

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento