Claudio Baglioni "figlio" di Lampedusa nella bufera, Martello: "Merita rispetto"

Il primo cittadino dell'isola: "A proposto delle sue parole pronunciate di recente, andrebbero lette tutte, non bisogna fermarsi ai titoli"

Foto archivio

Claudio Baglioni è nella bufera. L’artista, direttore artistico di Sanremo, si è schierato a difesa dei migranti. Baglio, da sempre, “figlio” dell’isola di Lampedusa, ha voluto dire la sua in sede di conferenza stampa. L’artista ha così parlato: “Se la situazione non fosse drammatica, ci sarebbe da ridere. Ci sono milioni di persone in movimento – dice Baglioni - non si può pensare di risolvere il problema evitando lo sbarco di 40-50 persone, siamo alla farsa”. A Baglioni ha subito risposto il ministro Salvini che ha così sbottato: “Baglioni? Canta che ti passa, lasca che d sicurezza, immigrazione e terrorismo si occupi chi ha diritto e dovere di farlo”. Questa la replica di Salvini.

Cresce, intanto, l’imbarazzo tra i vertici Rai. "Mai più a Sanremo". Queste le parole della direttrice di Rai 1, Teresa De Santis. Baglioni è stato silurato  da mezza sconfitta: “L’Italia – dice Baglioni – si è incattivita ed io mi sento sconfitto”.

A parlare della vicenda, anche il sindaco di Lampedusa, Totò Martello: “ Ho conosciuto Claudio Baglioni a Lampedusa lo stimo non solo per le sue grandi qualità artistiche, è un uomo che merita rispetto. A proposto delle sue parole pronunciate di recente, andrebbero lette tutte, non bisogna fermarsi ai titoli. È vero, il tema della migrazione comprende aspetti dei quali si parla troppo poco, e credo che la preoccupazione di Baglioni sul clima che si vive in Italia sia un atto d’amore per il nostro Paese. Purtroppo però, come spesso accade, tutto viene appiattito sul piano delle polemiche quando invece bisognerebbe dedicare attenzione al merito delle cose.  Rinnovo un caloroso saluto a Claudio Baglioni, e mi auguro di rivederlo presto nella 'sua' Lampedusa".

Baglioni e Lampedusa, è una love story che dura da tempo. L’artista, è stato – per tanto tempo – il volto di O’Scià, concerto simbolo dell’isola più grandi delle Pelagie.  Baglioni, adesso, è atteso più che mai sulla sua Lampedusa.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Reddito di cittadinanza, Caf presi d'assalto: tutti a "caccia" di Isee e di "dritte"

  • Cronaca

    Strage in mare fra l'Italia e la Libia, Vella ha interrogato i 3 naufraghi

  • Cronaca

    Convocata assemblea dei netturbini, raccolta a rischio

  • Cronaca

    Siparietto a Sport Mediaset, Schembri vs Sabatini: "Akragas? Sono dei giganti"

I più letti della settimana

  • Le case a 1 euro a Sambuca di Sicilia, il sindaco: "Quante richieste, sogno un borgo felice"

  • "Case in vendita a 1 euro" boom di richieste per Sambuca di Sicilia

  • "Notti da Far West", sgominata la gang: 4 arresti e 3 divieti di dimora

  • Gli occhi curiosi e la voglia di conoscere, l'agrigentina Giusy Paci: "Vi presento la mia Parigi"

  • Cammarata è sotto choc, il sindaco: "La statale 189 è la strada della morte, l'Anas riveda e renda sicuro questo tracciato"

  • "Segnalavano sul gruppo Whatsapp la presenza delle pattuglie", denunciate 62 persone

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento