Cinghiali nella Valle dei Templi, turisti in fuga si arrampicano sugli alberi

Il direttore del Parco archeologico: "Abbiamo immediatamente girato la segnalazione alla ripartizione faunistica venatoria. Allertata anche la vigilanza e i custodi a prestare una maggiore attenzione"

(foto ARCHIVIO)

Prima lo stupore, forse inevitabile. Poi, la paura perché quei due cinghiali si sono avvicinati minacciosi. Una coppia di turisti – terrorizzata – per evitare “incontri ravvicinati” si è rifugiata, arrampicandosi, su degli alberi e subito, contattando il 113, ha chiesto aiuto alla polizia. E’ accaduto non in mezzo ad un’area di campagna qualsiasi, ma a poca distanza dal tempio di Giunone, dunque nella Valle dei Templi. I turisti del Nord Italia sono stati immediatamente raggiunti dalle pattuglie della sezione “Volanti” della Questura.

I poliziotti hanno tranquillizzato la coppia e poi hanno effettuato una battuta in tutta la zona. Ma dei due “minacciosi” cinghiali non è stata trovata alcuna traccia. La segnalazione è stata, naturalmente, subito inoltrata anche alla direzione del Parco archeologico e paesaggistico.

"Abbiamo ricevuto la segnalazione anche noi – ha spiegato ieri il direttore del Parco Giuseppe Parello - e l'abbiamo immediatamente passata, per competenza, alla ripartizione faunistica venatoria. Abbiamo anche allertato la vigilanza e i custodi a prestare una maggiore attenzione e, qualora venissero visti altri cinghiali, a far scattare subito la richiesta di intervento". Non è la prima volta però che, nella Valle dei Templi, viene segnalata la presenza di cinghiali. “Molto tempo fa, forse un annetto o più, erano stati segnalati dei cinghiali – ha raccontato il direttore Parello – nell’area di Demetra. Anche in quel caso, così come abbiamo fatto adesso, abbiamo allertato tutti a dare un’occhiata in più e a segnalare immediatamente eventuali presenze”. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Operazione "Piazza pulita", Patronaggio: "Inferto duro colpo al crimine straniero"

  • Mafia

    Il falso pentito Tuzzolino rinuncia a partecipare al processo, il suo ex legale cita magistrati e giornalisti

  • Licata

    Maxi vincita al Superenalotto, la Dea Bendata regala 100mila euro

  • Cronaca

    "Nessuna aggressione", il parcheggiatore arrestato si difende: il giudice lo scarcera

I più letti della settimana

  • "Mi voleva avvelenare", figlio spara alla madre: donna in ospedale, 22enne arrestato

  • Era tornato a fare il bancomat: ritrovato il quindicenne scomparso

  • Litiga con un uomo e per sbaglio parte un colpo di fucile: 50enne ferisce il figlio di 17 anni

  • Quindicenne scompare nel nulla, avviate le ricerche su tutta la penisola

  • Prova lo scooter di un amico e si schianta contro l'autobotte, 16enne ferito

  • Mafia, la maxi inchiesta "Kerkent": niente messa pasquale per cinque indagati

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento