Viadotto Akragas, Mareamico scrive al sindaco: "Riaprire il primo tratto"

L'associazione ambientalista: "La gran parte di piloni ammalorati si trovano nella seconda parte, dalla necropoli Pezzino a Villaseta"

Il viadotto Akragas (foto: Mareamico)

L'associazione Mareamico Agrigento torna sul caso del viadotto Akragas e lo fa con una lettera aperta al sindaco di Agrigento, Lillo Firetto.

"Abbiamo scritto una lettera - fanno sapere dall'associazione ambientalista - con la quale chiediamo di intervenire sull'Anas affinché valuti la possibilità di aprire la prima parte del viadotto Akragas, dopo aver controllato la sicurezza di questa parte di strada, visto che la gran parte di piloni ammalorati si trovano nella seconda parte, dalla necropoli Pezzino a Villaseta. Questa soluzione ridurebbe notevolmente i problemi di circolazione in città".

Ieri, prima domenica dalla chiusura del viadotto, la circolazione stradale in città è andata in tilt, sia lungo la via Panoramica dei Templi che lungo la Passeggiata archeologica, nonché sulla statale 640 in direzione Porto Empedocle.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di philips
    philips

    Marteamico si metta d'accordo con se stessa, il viadotto o si chiude tutto e meglio si demolisce tutto e si riporta alla luce la necropoli Pezzino. E' una bruttura che offende la città, voluta dal ministro di allora e suoi sodali.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Senza stipendio da 8 mesi, sit-in dei netturbini davanti la Prefettura

  • Cronaca

    "In tasca aveva 17 dosi di hashish", denunciato diciannovenne

  • Cronaca

    Skysport che gaffe, l'Akragas data per retrocessa in serie D

  • Cronaca

    L'agguato di Favara, proseguono le indagini: il fascicolo passa alla Dda

I più letti della settimana

  • L'agguato di Favara, il ferito trovato in contrada Consolida: zoppicando cercava di raggiungere l'ospedale

  • Sparatoria fra due gruppi rivali a Favara, ferito un trentacinquenne

  • L'agguato di Favara, il ferito sottoposto allo "Stub" e sentito dai carabinieri

  • Gli studenti del liceo "Leonardo" ricordano la compagna scomparsa

  • Sedicenne morto in incidente stradale, l'amica in aula: "Pioveva e andavamo veloci"

  • La lunga scia di sangue che "lega" Favara, Porto Empedocle e Liegi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento