"Evasione dagli arresti domiciliari", due giovani arrestati in poche ore

I carabinieri hanno bloccato un trentenne a Castrofilippo e, in esecuzione di un'ordinanza emessa dal gip, è stato portato in carcere un romeno di 20 anni

Due arresti per evasione dagli arresti domiciliari. A realizzarli, fra Castrofilippo e Ribera, sono stati i carabinieri.

A Castrofilippo, un trentenne sarebbe stato sorpreso, durante un controllo dei carabinieri, fuori dalla sua abitazione: casa dove invece avrebbe dovuto restare per effetto degli arresti domiciliari. E’ per l’ipotesi di reato di evasione dagli arresti domiciliari che i militari dell’Arma della stazione di Castrofilippo, coordinati dal comando compagnia di Canicattì, hanno arrestato G. G. R. di 30 anni. Su disposizione del sostituto procuratore di turno, titolare del fascicolo d’inchiesta aperto, il giovane è stato nuovamente collocato agli arresti domiciliari.

Avrebbe dovuto starsene a casa, a Ribera, agli arresti domiciliari. In realtà, stando all’accusa, il ventenne romeno si sarebbe ripetutamente allontanato e i carabinieri della tenenza cittadina avrebbero, allo stesso modo, ripetutamente segnalato le presunte violazioni. Nei giorni scorsi, in esecuzione di un’ordinanza emessa del gip del tribunale di Sciacca, i carabinieri della tenenza di Ribera hanno arrestato il ventenne romeno: D. S.. Il giovane, questa volta, è stato portato alla casa circondariale di Sciacca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Maxi truffa all'Inail, sequestro da 130mila euro nei confronto di un oleificio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento