Il giallo di Gessica, la madre: "Sono stata al cimitero, di mia figlia non c'è traccia"

La donna, visibilmente sconvolta, è stata intervistata da "La vita in diretta". La trasmissione in onda su Rai 1 ha voluto fare luce sulla scomparsa della giovane donna di Favara

Ci sarebbe una ragazza che avrebbe indicato il luogo dove Gessica Lattuca si troverebbe sepolta. Il mistero che riguarda la giovane mamma scomparsa oltre cinque mesi fa, si infittisce.  La rivelazione fatta da una presunta super testimone, sarebbe una diceria. 

Il "giallo" di Gessica, la nuova diceria: "E' sepolta al cimitero"

A volere dire la sua a La vita in diretta, è stata la mamma di Gessica Lattuca, la signora Giuseppina. “Quando ho appreso la notizia – ha riferito la donna ai microfoni di Rai 1 – il mio cuore è andato in fibrillazione. Ho chiamato una mia amica, le ho detto di accompagnarmi al cimitero. Ho controllato tutto, non ho tralasciato nulla. Cosa ho trovato? Niente. Non c’erano neppure i carabinieri, come mi avevano riferito. Sono stata male, sapere che mia figlia poteva essere sepolta lì, mi ha fatto gettato nello sconforto più totale. Non sto bene da sabato, per me non è semplice. Si parla di mia figlia”. Mamma Giuseppina risponde alle domande che riguardano un presunto coinvolgimento di Filippo Russotto, suo ex genero. “Non voglio crederci. Spero con tutto il mio cuore,che non sia stato lui. Anche se mia figlia, dovesse essere morta spero che sia per mano di un estraneo. Ho paura che qualcuno abbia fatto prelevare mia figlia. Conoscenti? Non lo so, ma ho paura”.

Il papà di Gessica: "Ho dei sospetti su 3 persone, farò le mie indagini"

Ad essere intervistato anche il fratello di Gessica Lattuca, Enzo: “Filippo colpevole? No, lo escludo. Non è stato lui. Abbiamo già parlato, lo scludo. Sospetti? Nessuno. Sarei andato di persona, mi hanno strappato la cosa più importante della mia vita, mia sorella”.

Nuove accuse per Filippo Russotto: l'ex compagno di Gessica Lattuca 

Quanto sta accadendo con il caso di Gessica Lattuca non s'era mai verificato nelle inchieste giudiziarie sviluppate nell'Agrigentino. Troppe chiacchiere o dicerie che dir si voglia, troppi depistaggi o tentativi di far perdere tempo agli investigatori, troppa attenzione mediatica che non lascia neanche lavorare serenamente chi è deputato a fare chiarezza, a mettere dei punti fermi per ritrovare il cadavere della giovane mamma e per dare un nome e cognome a chi l'ha fatta sparire nel nulla.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Tragedia a San Leone: muore un turista svizzero di 35 anni

  • Incidente alla rotatoria Giunone: è morto un trentacinquenne

  • L'incidente che ha ucciso Angelo, Racalmuto è sotto choc: annullati tutti gli eventi del week end

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento