"Gli scafisti della Diciotti riconosciuti dai migranti", in aula funzionario Mobile

Il numero due del reparto Giovanni Franco ha spiegato: "Furono i superstiti a indicarli"

"Gli scafisti sono stati riconosciuti dai migranti, una volta arrivati a terra". Entra nel vivo, con la deposizione del vice dirigente della squadra mobile Giovanni Franco, davanti alla Corte di assise presieduta da Wilma Angela Mazzara, con a latere Giuseppe Miceli, il processo a carico dei quattro presunti scafisti che la sera del 16 agosto del 2018 condussero un gommone a largo di Lampedusa con a bordo oltre 177 migranti, soccorsi poi dalla nave della Guardia Costiera italiana “Diciotti” che diede vita al primo degli innumerevoli bracci di ferro fra governo e magistratura sul fronte immigrazione.

La vicenda, infatti, è la stessa da cui è scaturita l’inchiesta del procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio a carico dell’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini, indagato per sequestro di persona aggravato, per aver impedito lo sbarco della nave Diciotti. Il leader della Lega si "salvò" per la mancata autorizzazione a procedere del Senato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al tribunale di Agrigento, invece, sono quattro gli imputati, ai quali si contestano i reati di associazione a delinquere finalizzata alla tratta di uomini e al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, la violenza sessuale e il favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Sono gli egiziani Ahmed Shalaby Farid, di 23 anni; Ashraf Abnibrahim, di 39; Al Jezar Mahammed Ezet, di 24 anni; originario del Bangladesh, infine, Shahalom Mohammod, di 26 anni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • Covid-19, il "mostro" è ancora in agguato: quattro positivi all'ospedale San Giacomo

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento