Case di Largo vittime di via Fani, al via le verifiche per le assegnazioni

Ci sarebbero alcune situazioni da sanare ma altre in cui non ci sarebbero i necessari requisiti di legge

Le case prima della demolizione

Abitazioni di largo Martiri di Via Fani, a Ribera: dopo la demolizione delle strutture costruite in calcestruzzo depotenziato si avvia il complesso iter per l'assegnazione delle nuove strutture che, tuttavia, sono ancora da edificare.

L'Istituto autonomo case popolari, infatti, ha iniziato ad effettuare i controlli sulla documentazione burocratica degli ex occupanti e avrebbe rilevato alcune criticità a causa di questioni non “regolate” negli anni passati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A breve tutti saranno chiamati allo Iacp per chiarire la propria posizione: nel dettaglio ci sono persone che da anni non pagano le quote, o altri che non hanno mai registrato il passaggio ad esempio degli appartamenti da padre a figlio, ma ci sono anche situazioni di soggetti sprovvisti dei requisiti necessari ad ottenere le abitazioni già in origine e che adesso non avrebbero diritto a poter accedere alle nuove case.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • "Quanto dolore, passa un'ambulanza ogni sei minuti e tanti amici hanno il Covid-19": l'agrigentina Giusy in "trincea" a Bergamo

  • Morì nella sua abitazione, il tampone Covid-19 è risultato "positivo"

  • Caso di Covid-19 anche a Porto Empedocle: contagiato il marito del sindaco

  • Arriva la conferma: il tampone Covid-19 è positivo, contagiato secondo agente della Penitenziaria

  • Covid-19, piccolo ma costante aumento di contagi: l'Agrigentino è arrivato a 57 tamponi positivi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento