Carne e pesce in cattivo stato, sequestrati 200 chili di merce: una denuncia

La polizia municipale e i funzionari dell'Asp hanno anche elevato diverse sanzioni amministrative, avviato l'iter per la distruzione dei generi alimentari

Una generica veduta della via Imera

Era in cattivo stato di conservazione. Duecento chili di carne e pesce sono stati sequestrati dalla polizia municipale di Agrigento assieme ai funzionari dell’azienda sanitaria provinciale. Il blitz è stato messo a segno in una attività commerciale della centralissima via Imera. Il controllo – effettuato nell’esercizio gestito da stranieri – ha permesso di evidenziare carenze e pessimo stato di conservazione di alcuni alimenti: carne e pesce in maniera particolare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La merce è stata, appunto, sequestrata ed è stato avviato l’iter per la distruzione, mentre il titolare dell’esercizio commerciale è stato denunciato, in stato di libertà, alla Procura. Gli agenti della polizia municipale hanno anche elevato diverse sanzioni amministrative che risultano essere, nell’esatto ammontare, ancora in corso di quantificazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Covid-19, il "mostro" è ancora in agguato: quattro positivi all'ospedale San Giacomo

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento