Le emergenze del carcere Petrusa, Moscatt: "Cercherò fondi aggiuntivi"

Il deputato del Pd ha fatto visita alla casa circondariale riscontrando uffici indecorosi, freddi, con infiltrazioni d'acqua piovana e pericolosi rischi di corto circuiti

Tonino Moscatt

"Uffici indecorosi, freddi, con infiltrazioni d'acqua piovana e pericolosi rischi di corto circuiti". E' quanto dice di aver trovato il deputato nazionale del Pd Tonino Moscatt dopo aver fatto visita al carcere Petrusa di Agrigento.   

“Insieme al direttore e alle maggiori rappresentanze che animano professionalmente l’istituto, abbiamo affrontato i problemi del personale e dei detenuti - scrive Moscatt - . Ho trovato lavoratori eccezionali che operano con intensità malgrado le tante difficoltà. Infatti – afferma il deputato - dalla mia perlustrazione, come annunciato dai sindacati, è emersa una situazione del tutto indecorosa negli uffici, che oltre ad essere freddi  presentavano infiltrazioni mai arginate e peggiorate, col rischio di pericolosi corto circuiti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 “Mi hanno rincuorato però – spiega l’esponente Pd - le parole del ragioniere capo dell’istituto penitenziario, il quale mi ha garantito dell’esistenza degli appalti già avviati per i lavori straordinari che prevedono la copertura del tetto, il rifacimento dei solai, la sistemazione del pavimento divelto e la manutenzione ordinaria delle opere. Ad ogni modo mi sono attivato per un incontro col provveditore regionale per l’ottenimento di risorse aggiuntive straordinarie che compenserebbero anche i problemi dovuti ai servizi igienici sanitari che, per tutto ciò, servirebbero a riadeguare quest’ultimi insieme all’acquisto dei mobili in netta carenza negli spazi d’ufficio. Mi premurerò di segnalare, a chi dovere, alcune limitazioni che andrebbero modificate: come il percorso docce dei reclusi posizionati all’esterno delle loro celle che invece dovrebbero essere interne. Ho appurato che il lavoro degli educatori, a servizio di chi sta scontando la pena, è encomiabile. Per professionalità e dedizione quelli in servizio alla casa circondariale di Agrigento non sono – conclude il deputato nazionale Pd Tonino Moscatt - secondi a nessuno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • "Minacce di morte e calci nella pancia alla fidanzata incinta", la donna lo perdona e ritira la querela

  • Gruppetto di tunisini sbarca a San Leone: i migranti scappano a gambe levate

  • Tenta di bloccare tunisino in fuga da Villa Sikania e viene aggredito: poliziotto finisce in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento