Caos per il rilascio delle carte d'identità, interviene la polizia

Gli agenti non hanno potuto far altro che constatare la mancanza degli impiegati necessari per smaltire il “carico” di richieste

In fila dalle otto – ma c’è anche chi arriva in piazza Gallo alle 5 – per rinnovare la carta d’identità. E’ da settimane ormai che, per carenza del personale necessario, va avanti così nella sede distaccata del Municipio di Agrigento. Il nervosismo, per chi resta in coda per ore ed ore, è a fior di pelle.

Qualcuno esplode, dopo una mattinata di “passione”, con accuse e recriminazioni. Ma c’è stato anche chi, nelle ultime ore, non riuscendo a tollerare il caos e i disagi, ha composto il 113. E dalla sala operativa della polizia di Stato è stata “dirottata” su piazza Gallo, all’ufficio Anagrafe, una pattuglia della sezione “Volanti” della Questura.

I poliziotti – coordinati dal commissario capo Francesco Sammartino – non hanno potuto far altro che constatare la mancanza degli impiegati necessari per smaltire il “carico” di richieste.

Gli agenti hanno anche cercato di riportare la calma fra gli esasperati agrigentini in fila. Sono una ventina infatti, grosso modo, gli utenti che vengono giornalmente “smaltiti”: solo a questo numero di richiedenti si riesce a rilasciare la nuova carta d’identità elettronica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "giallo" di Canicattì: sentiti familiari e amici del 28enne morto, ritrovato il furgone

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Forti raffiche di vento e temporali, la Protezione civile dirama allerta "gialla"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento