"Estorsione e usura a tappeto", un indagato in carcere e l'altro ai domiciliari

Il gip non convalida il fermo ritenendo che non vi siano pericoli di fuga ma applica un'ordinanza cautelare: Giuseppe Maira finisce in cella, braccialetto elettronico per il fratello Antonio

Il fermo non è stato convalidato perchè, "dagli atti del procededimento non si evince mai il rischio di una fuga", tuttavia le esigenze cautelari e i gravi indizi di colpevolezza a carico dei due indagati sono stati ritenuti sussistenti e solidi. Queste le decisioni del gip Francesco Provenzano, all'indomani dell'interrogatorio dei fratelli Antonio e Giuseppe Maira, rispettivamente 69 e 63 anni di Canicattì, accusati di concorso in estorsione aggravata ed usura. 

Il giudice ha disposto la custodia in carcere per Giuseppe e gli arresti domiciliari per Antonio, con l'applicazione del braccialetto elettronico. I due indagati, difesi dall'avvocato Giovanni Salvaggio, in occasione dell'interrogatorio, dopo il fermo disposto dal pubblico ministero Elenia Manno, si erano difesi respingendo le accuse mosse da un imprenditore che, secondo la sua versione, sarebbe stato costretto a restituirgli 70mila euro a fronte di un prestito di 29mila euro. L'indagine ha accertato altri due episodi di usura con altre vittime di cui sarebbe responsabile il solo Giuseppe.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I fratelli Maira, già imputati nel processo in dirittura di arrivo che scaturisce dall'operazione "Cappio", che ipotizza l'esistenza di un'associazione a delinquere finalizzata all'usura, si erano difesi sostenendo di essere dei soci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

  • "La cultura riparte", riapre la Valle dei Templi: ingresso gratis per tutti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento