Stipendi in ritardo, proclamato un nuovo sciopero dei netturbini

Gli operatori ecologici incroceranno le braccia nella giornata di martedì quando è prevista la raccolta di plastica e metalli

Non hanno ancora incassato gli stipendi di luglio ed agosto. I netturbini in servizio nel cantiere di Canicattì, assieme ai sindacati di categoria, hanno proclamato per martedì una nuova giornata di sciopero. La decisione arriva dopo una serie di assemblee sindacali. Dello sciopero è stata già informata - secondo quanto riporta oggi il quotidiano La Sicilia - l'amministrazione comunale. Sono febbrili le trattative per fare desistere i netturbini dall'intenzione, proclamata, di scioperare per martedì 10. In quella giornata è prevista la raccolta di plastica e metalli e, di fatto, i disagi dovrebbero essere limitati. Il Comune di Canicattì ha comunque pagato una fattura alle imprese che potranno così "girare" i soldi ai dipendenti.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Tragedia a San Leone: muore un turista svizzero di 35 anni

  • L'incidente lungo la strada per la Scala dei Turchi: 59enne muore dopo quasi un mese d'agonia

  • Totano gigante si arena sulla spiaggia: curiosità e incredulità a Punta Grande

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento