Stipendi in ritardo, proclamato un nuovo sciopero dei netturbini

Gli operatori ecologici incroceranno le braccia nella giornata di martedì quando è prevista la raccolta di plastica e metalli

Non hanno ancora incassato gli stipendi di luglio ed agosto. I netturbini in servizio nel cantiere di Canicattì, assieme ai sindacati di categoria, hanno proclamato per martedì una nuova giornata di sciopero. La decisione arriva dopo una serie di assemblee sindacali. Dello sciopero è stata già informata - secondo quanto riporta oggi il quotidiano La Sicilia - l'amministrazione comunale. Sono febbrili le trattative per fare desistere i netturbini dall'intenzione, proclamata, di scioperare per martedì 10. In quella giornata è prevista la raccolta di plastica e metalli e, di fatto, i disagi dovrebbero essere limitati. Il Comune di Canicattì ha comunque pagato una fattura alle imprese che potranno così "girare" i soldi ai dipendenti.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • Morto per infarto intestinale non diagnosticato, la difesa: "Familiari della vittima fuori dal processo"

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Torna a casa e trova un ladro che sta rubando in camera da letto: arrestato un 42enne

  • La "fabbrica" dei falsi invalidi, ispettore della Digos: "Non c'era una sola banda ma erano due"

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento