Violentata e perseguitata dal suo ex", vittima conferma in aula le accuse

“Non si è rassegnato alla fine della nostra relazione - ha raccontato la vittima - e ha iniziato a perseguitarmi"

“Non si è rassegnato alla fine della nostra relazione e ha iniziato a perseguitarmi, in una circostanza ha abusato di me quando ci trovavamo in auto”. La ragazza, che nei mesi scorsi ha denunciato il suo ex fidanzato facendolo finire agli arresti domiciliari, conferma le accuse anche in aula.

Lo ha fatto nel corso dell’incidente probatorio, questa mattina, davanti al gip Stefano Zammuto dove la sua testimonianza è stata, quindi, “cristallizzata” e sarà pienamente utilizzabile al processo. Il ventottenne, lo scorso 28 agosto, è finito ai domiciliari con le accuse di stalking e violenza sessuale. 

La testimonianza della ragazza, in contraddittorio fra le parti, come una vera e propria anticipazione del processo, è stata acquisita senza grosse novità rispetto a quanto dichiarato in precedenza agli inquirenti. La presunta vittima ha risposto alle domande del giudice, del pm Chiara Bisso, del suo stesso difensore Diego Giarratana e del legale dell’indagato, l’avvocato Calogero Meli.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio al celibato o convivenze di fatto con anziani: ecco come venivano "utilizzate" le prostitute

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • "Procacciavano i clienti e incassavano fino al 50% per ogni prestazione": i retroscena del blitz antiprostituzione

  • Furti di luce e acqua, scatta il blitz in due palazzine: 24 arresti in un colpo solo

  • "Favori e assunzioni in cambio di informazioni riservate": indagati tre marescialli e due imprenditori

  • "Sparano sulla slot machine e rapinano il bar": arrestato un 33enne

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento