"Nascondeva 6 chili di marijuana essiccata e flaconi di metadone": arrestato 29enne

Il gip, dopo aver convalidato il provvedimento della polizia, ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari per Francesco Parla

Sarebbe stato trovato in possesso - secondo l'accusa formalizzata dalla polizia - di complessivi sei chili di marijuana essiccata e di numerosi flaconi di metadone. Ha 29 anni ed è di Canicattì il giovane - Francesco Parla - che è stato arrestato, dai poliziotti del locale commissariato, per l'ipotesi di reato di detenzione di sostanze stupefacenti.

Nel corso dei potenziati servizi di controllo del territorio disposti dal questore Rosa Maria Iraci, gli agenti del commissariato di Canicattì - coordinati dal vice questore Cesare Castelli - hanno effettuato una perquisizione domiciliare. Nell’appartamento, nonostante fossero nascosti, "sono state trovate diverse bottiglie contenente metadone e marijuana, in infiorescenza essiccata, nonché 180 bustine di vario formato contenente la stessa sostanza per complessivi 2,400 chili e circa 1.200 buste vuote di varie misure in cellophane, utilizzate per la suddivisione e confezionamento in dosi della droga" - hanno reso noto dalla Questura di Agrigento - .

I poliziotti hanno naturalmente proceduto anche ad una accurata perquisizione del garage nella disponibilità dell’indagato. Ed è proprio nel garage che gli agenti della sezione Anticrimine del commissariato hanno "rinvenuto e sequestrato analoga sostanza per un peso netto di 680 grammi, mentre nell’abitazione rurale, alla periferia di Canicattì, - ha proseguito la ricostruzione ufficiale della Questura - è stata rinvenuta altra marijuana per un peso complessivo di 2.990 chili. Tutta la sostanza stupefacente del tipo marijuana, in inflorescenza essiccata, per complessivi circa 6.070 chili e i numerosi flaconi di metadone sono stati sequestrati perché detenuti illegalmente. Parla, al termine delle formalità di rito, su disposizione del pm della Procura della Repubblica di Agrigento, è stato condotto nella sua abitazione. Il gip del tribunale di Agrigento, dopo aver convalidato l’arresto, - conclude la Questura - ha disposto, a carico di Parla, la misura cautelare degli arresti domiciliari".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade dal carro di Carnevale ed è tragedia: morto un bimbo di 4 anni

  • Emergenza Coronavirus, scatta la quarantena per tre persone

  • La Questura ferma il Carnevale di Sciacca, la kermesse è stata definitivamente annullata

  • "C'è un sospetto caso di Coronavirus al pronto soccorso", l'allarme viaggia su Whatsapp: è una fake news

  • L'incidente mortale a San Leone, arrestato il 49enne che era alla guida dell'auto

  • Psicosi Coronavirus, dirigenti scolastici sospendono le gite

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento