"Cacciatori" di rame in azione: rubati cavi della telefonia, disagi

I carabinieri hanno avviato le indagini per recuperare quanti più indizi possibili ed identificare i componenti della banda

(foto ARCHIVIO)

I “cacciatori” di “oro rosso” sono tornati? Dopo un periodo di relativa calma apparente – periodo durante il quale, nell’Agrigentino, non si sono registrate razzie – una banda di malviventi è entrata in azione in contrada Rinazzi a Canicattì. Senza essere visti, né tantomeno sentiti, i ladri sono riusciti a tranciare e a portare via i cavi di rame della telefonia. A fare la scoperta sono stati alcuni responsabili del gestore telefonico che avevano già ricevuto segnalazioni su disservizi. Il sopralluogo dei tecnici non ha lasciato, appunto, alcun dubbio: è stato appurato il furto. Una denuncia, a carico di ignoti, è stata formalizzata alla stazione dei carabinieri di Canicattì.

Da contrada Rinazzi sono stati portati via circa 100 metri di cavo di rame. I carabinieri hanno, naturalmente, subito, avviato l’attività investigativa. Uno solo l’obiettivo: provare a recuperare quanti più indizi possibili per identificare i componenti della banda. Perché certamente non può essere stato – non lo è mai in questi casi – il “lavoro” di un solo delinquente. I tecnici della ditta stanno già, nel frattempo, ripristinando la linea. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade dal carro di Carnevale ed è tragedia: morto un bimbo di 4 anni

  • Emergenza Coronavirus, scatta la quarantena per tre persone

  • La Questura ferma il Carnevale di Sciacca, la kermesse è stata definitivamente annullata

  • "C'è un sospetto caso di Coronavirus al pronto soccorso", l'allarme viaggia su Whatsapp: è una fake news

  • L'incidente mortale a San Leone, arrestato il 49enne che era alla guida dell'auto

  • Psicosi Coronavirus, dirigenti scolastici sospendono le gite

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento