Quattro furti in 5 giorni, denunciato 20enne: è stato incastrato dalle telecamere

In occasione di una razzia, il giovane è entrato in azione assieme ad un'altra persona che è ancora in corso di identificazione da parte della polizia

Quattro furti in cinque giorni. Razzie su razzie che, nella parte vecchia di Canicattì: nella zona di Borgalino, lo scorso mese, avevano creato un vero e proprio allarme sociale. Ma i poliziotti del commissariato cittadino sono riusciti - grazie ad una intensa e tempestiva attività investigativa - a dare un nome e cognome al presunto responsabile di quella raffica di furti. E' un ventenne il canicattinese che è stato denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento.

Gli agenti del commissariato di Canicattì, dopo essere intervenuti sul posto dei quattro furti e aver raccolto le denunce da parte delle persone offese, hanno avviato una febbrile attività investigativa: sono stati sentiti diversi testimoni e sono state visionati i filmati delle tante telecamere - pubbliche e private - di video sorveglianza che "coprono" la zona. E sono state proprio quelle telecamere a rivelarsi determinanti nell'attività investigativa perché sono stati scovati dei frame che hanno permesso l'identificazione del presunto responsabile. Un giovanissimo, appunto, che in una occasione è entrato in azione assieme ad un'altra persona che è ancora in corso di identificazione. 

Nell'arco di pochissimi giorni, a fine agosto, il ventenne canicattinese - indagato appunto per i furti -  avrebbe "visitato" un magazzino, avrebbe forzato un distributore di snack e bevande portando via tutti i soldi contenuti nelle cassette e avrebbe rubato, da un condominio, elettropompe e altro materiale idraulico ed elettrico. 

Furti su furti che avevano, appunto, creato allarme sociale - così come avviene ogni qualvolta si registrano reati predatori - fra i residenti della zona.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento