Il furto di camion e trattore, la fuga e lo schianto: chiusa l'inchiesta della Procura

Gli indagati sono due, individuato uno dei complici del trentenne arrestato dopo essere caduto dal viadotto

Il furto, la fuga a folle velocità e l’inseguimento. Poi l’incidente e il sospetto che il ferito potesse non essere stato l’unico autore del colpo. Adesso, a distanza di sette mesi dai fatti, la Procura ha chiuso l’inchiesta e si appresta a chiedere due rinvii a giudizio. Il provvedimento, firmato dal pubblico ministero Chiara Bisso, è stato notificato nei confronti di Vincenzo Pinto, 34 anni, arrestato lo scorso 16 marzo e Salvatore Gioachino Bartolotta, 36 anni, entrambi di Canicattì.

L’accusa, in concorso con altri due complici non ancora individuati è di furto. La svolta nell’indagine, che comunque ha accertato solo a metà, secondo gli inquirenti, la dinamica dei fatti, è arrivata nei giorni successivi. I due indagati hanno nominato come difensore l’avvocato Angela Porcello che adesso avrà venti giorni di tempo, attraverso l’eventuale richiesta di un interrogatorio o la produzione di una memoria, per provare a convincere il pm a non chiedere il rinvio a giudizio.

I due avrebbero rubato un autocarro parcheggiato per strada e un trattore cingolato fermo all’interno di un’azienda agricola. La polizia tentò di bloccare il camion che iniziò una fuga a folle velocità fino alla caduta da un viadotto, in un dirupo di circa 9 metri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Torna a casa e trova un ladro che sta rubando in camera da letto: arrestato un 42enne

  • "Cosa nostra" in Canada, il nuovo padrino è Leonardo Rizzuto

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento