"Maltrattamenti in famiglia", arrestato per espiare la pena definitiva

Il quarantunenne dovrà stare per un mese e ventisei giorni ai domiciliari. Ad eseguire l'ordinanza del tribunale di Sorveglianza sono stati i carabinieri

Carabinieri durante un giro di perlustrazione

Deve espiare la pena definitiva di un mese e 26 giorni. E' in esecuzione di un'ordinanza di carcerazione, emessa dal tribunale di Sorveglianza di Palermo, che i carabinieri hanno arrestato L. S., disoccupato di 41 anni, di Campobello di Licata.

L'uomo è stato ritenuto "colpevole - rendono noto i carabinieri - per il reato di maltrattamenti contro familiari e conviventi. Fatti commessi a Termini Imerese nell’anno 2014".

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato accompagnato nella sua abitazione e sottoposto alla pena alternativa della detenzione domiciliare, a disposizione dell’autorità giudiziaria mandante.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Palazzo Licata, il Comune rinuncia al testamento

    • Incidenti stradali

      Scontro fra auto lungo la statale 640, due persone in ospedale

    • Cronaca

      Lotta al randagismo, quasi 200 mila euro per la cattura ed il ricovero

    • Licata

      Ambulanza senza assicurazione, scatta il sequestro e la multa

    I più letti della settimana

    • Un agrigentino protagonista del trono Over di "Uomini e donne"

    • "Si appropriò di 220 mila euro dei clienti", Procura chiede sospensione per direttore Poste

    • Tangenti all'Agenzia delle Entrate, 24 imputati davanti al gup

    • "Prima si fa toccare, poi costringe l'anziano a pagare", condannata una donna

    • Scontro fra auto e moto, un giovane ferito: elevata multa da 5 mila euro

    • Non riescono a rintracciarlo da giorni e chiamano i pompieri: anziano trovato morto

    Torna su
    AgrigentoNotizie è in caricamento