"Maltrattamenti in famiglia", arrestato per espiare la pena definitiva

Il quarantunenne dovrà stare per un mese e ventisei giorni ai domiciliari. Ad eseguire l'ordinanza del tribunale di Sorveglianza sono stati i carabinieri

Carabinieri durante un giro di perlustrazione

Deve espiare la pena definitiva di un mese e 26 giorni. E' in esecuzione di un'ordinanza di carcerazione, emessa dal tribunale di Sorveglianza di Palermo, che i carabinieri hanno arrestato L. S., disoccupato di 41 anni, di Campobello di Licata.

L'uomo è stato ritenuto "colpevole - rendono noto i carabinieri - per il reato di maltrattamenti contro familiari e conviventi. Fatti commessi a Termini Imerese nell’anno 2014".

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato accompagnato nella sua abitazione e sottoposto alla pena alternativa della detenzione domiciliare, a disposizione dell’autorità giudiziaria mandante.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Vasi rotti, erbacce e degrado: il cimitero tra incurie e abbandoni

  • Cronaca

    E' festa Fortitudo Agrigento, biancazzurri battono Roma e volano ai play off

  • Cronaca

    Sulle orme di Goethe, dalla Repubblica Ceca fino alla Sicilia a piedi: ecco le tappe

  • Cronaca

    "Bucato intestino cieco", agrigentina chiede un maxi risarcimento danni

I più letti della settimana

  • "Neonato morto per un guasto alla culletta termica", chieste tre condanne

  • Cade mentre lavora a un traliccio di telefonia, muore operaio 25enne

  • Insegnanti trasferiti grazie alla "104", il Tg1 punta i riflettori su Agrigento

  • Quaranta parla di Matteo Messina Denaro: "Fragapane non era ai livelli di arrivare a una persona così in alto"

  • "Trovato con 20 grammi di cocaina", arrestato un ventisettenne

  • Ben 54 insegnanti trasferiti con la legge 104, la polizia esamina le pratiche

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento