Grosso masso contro la vetrata della Guardia medica: illeso il medico di turno

Atto vandalico o gesto mirato? I carabinieri hanno avviato le indagini e, come primo passo, verificheranno la presenza o meno di telecamere di video sorveglianza

(foto ARCHIVIO)

Un grosso sasso è stato lanciato contro la finestra della stanza dei sanitari della guardia medica. Solo per un caso fortuito, non è stato colpito il medico – una donna – che era di turno. La vetrata sarebbe, infatti, andata letteralmente in frantumi e alcuni cocci pare che abbiano raggiunto il sanitario che, però, per fortuna, è rimasto illeso.

E’ naturalmente scattato l’allarme e sul posto si sono precipitati i carabinieri della stazione cittadina. Tutto è accaduto domenica sera. La notizia è trapelata, però, soltanto ieri dal fitto riserbo investigativo.

I militari dell’Arma hanno, naturalmente, avviato le indagini per cercare di identificare l’autore del gesto. Categorico il silenzio. Appare però scontato – è routine ormai – che uno dei primi passaggi investigativi possa essere stato quello d’accertare se - nella Guardia medica stessa e poi in tutta la zona – vi siano o meno delle telecamere di video sorveglianza. Impianti pubblici o privati che potrebbero anche contribuire a dare un’accelerata all’attività investigativa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chi ha tirato quel grosso sasso e lo ha fatto contro la vetrata della Guardia medica, almeno fino ad ieri, era però ancora ignoto. C’è da capire, inoltre, se si è trattato di un atto vandalico o se, invece, è stato un gesto mirato. Un’ipotesi quest’ultima che sembrerebbe essere un po’ più remota, ma che, naturalmente, non può essere categoricamente esclusa. Verranno sentiti anche – è inevitabile che avvenga – tutti i medici che, ordinariamente, prestano servizio in quella struttura. E questo per appurare se vi siano stati o meno dei dissapori con qualche cittadino, con qualche paziente. Non viene comunque escluso – servirà del tempo per mettere dei punti fermi nelle indagini - che possa anche essersi trattato di un atto vandalico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • "Minacce di morte e calci nella pancia alla fidanzata incinta", la donna lo perdona e ritira la querela

  • Gruppetto di tunisini sbarca a San Leone: i migranti scappano a gambe levate

  • Tenta di bloccare tunisino in fuga da Villa Sikania e viene aggredito: poliziotto finisce in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento