Cacciatori di "oro rosso" in azione: arraffati mille metri di cavo dal serbatoio idrico

Il danno economico provocato all’azienda è di alcune migliaia di euro, ma si aggiunge anche la “beffa” di eventuali disservizi

“Cacciatori” di “oro rosso” in azione in contrada Rocca Corvo ad Agrigento. Ad essere preso di mira, nelle ultime ore, è stato il serbatoio idrico gestito da “Sicilia Acque”. I malviventi - senza essere visti, né tantomeno sentiti – sono riusciti a tranciare e a portare via circa mille metri di cavo di rame. Cavo che alimentava, di fatto, l’impianto elettrico a servizio del serbatoio idrico. 

Non appena è stata fatta la scoperta, “Sicilia Acque” ha formalizzato una denuncia, contro ignoti, ai carabinieri. Il danno economico provocato all’azienda è di alcune migliaia di euro. Ma, naturalmente, al danno finanziario si aggiunge anche la “beffa” di eventuali disservizi dovuti, appunto, ai delinquenti che arraffano cavi di rame. Appena pochi giorni addietro un analogo furto era stato messo a segno nella periferia di Licata. 

Potrebbe interessarti

  • L'arnica, un rimedio naturale a dolori e infiammazioni

  • Il paddle, lo sport dei vip che è ormai diventato mania

  • Il caffè è buono e fa bene

  • Specchio, specchio delle mie brame

I più letti della settimana

  • "Prendo il reddito di cittadinanza, voglio rendermi utile": cittadino ripulisce piazza

  • Scooterone finisce dentro un canale di scolo: muore trentenne a causa di un incidente

  • "Sequestro di persona e abuso d'ufficio", Legambiente Sicilia denuncia Salvini

  • Chef Rubio choc su Instagram: "Lampedusa? Bella, ma è anche l'isola della cocaina e mafia"

  • Incidente tra auto e scooter, ferito grave il motociclista: trasferito in elisoccorso

  • Ignoti strappano annuncio mortuario per il trigesimo di Andrea Camilleri

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento