Presta il fucile al fratello senza porto d'armi: due denunce a Montaperto

Il 73enne è stato fermato dai militari dell'Arma in contrada Zuccarello, dove stava effettuando una battuta di caccia. Alla richiesta dei documenti necessari, però, l'anziano ha spiegato che il fucile era del fratello e che lui non aveva il porto d'armi

Ha prestato il fucile da caccia al fratello, non tenendo in considerazione il fatto che lo stesso era sprovvisto di porto d'armi. Per questo motivo i carabinieri della Stazione di Montaperto hanno denunciato C.G., 75 anni, per omessa custodia di armi e il fratello, C.S., 73 anni, per porto abusivo di arma.

Il 73enne è stato fermato dai militari dell'Arma in contrada Zuccarello, dove stava effettuando una battuta di caccia. Alla richiesta dei documenti necessari, però, l'anziano ha spiegato che il fucile era del fratello e che lui non aveva il porto d'armi.

Dopo alcuni accertamenti, i carabinieri hanno denunciato il 75enne per mancata custodia e il 73enne per porto abusivo di arma. Il fucile da caccia è stato sequestrato.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lavoratori in nero, ambulanti abusivi e posteggiatori: "stangata" a San Leone

  • Cronaca

    Completamento del "San Giovanni di Dio", Asp condannata a pagare versa un "anticipo"

  • Cronaca

    "I bilanci truccati del Comune", Firetto davanti ai pm

  • Cronaca

    Prime piogge e temporali, il lungomare si trasforma in una "piscina"

I più letti della settimana

  • Calci e pugni fra famiglie, sradicato il portone di una casa: una donna in ospedale

  • "Ecco come si drogavano i bilanci", tutte le accuse a Firetto: gli indagati sono otto

  • "Sesso con allievi", chiesto rinvio a giudizio per istruttore di tennis

  • L'inchiesta sui corsi di formazione, il riesame conferma i sequestri

  • Le telecamere di "Quarto Grado" a Favara, Gessica Lattuca ancora non si trova

  • Enti di formazione e scuole telematiche, aperta un'inchiesta: Digos sequestra documenti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento