Troppe strade in cattive condizioni, si rischia una nuova raffica di ordinanze

Gli uffici stanno valutando diverse specifiche situazioni ritenute critiche, ma non è stato ancora emesso alcun provvedimento specifico che limiti, ad esempio, il passaggio a moto e bici

Strade inibite a moto e bici, gli uffici comunali sono al lavoro su una decina di altri possibili situazioni critiche. Al momento, sia chiaro, non è stato ancora prodotto alcun atto in tal senso, niente che imponga, considerate le condizioni dell'asfalto, di vietare il transito ad alcune tipologie di mezzi o che limitino comunque la velocità di percorrenza. Il rischio però c'è, anche perché non sembra proprio che si sia trovata una linea condivisa - e alternativa - d'intervento tra uffici e amministrazione comunale.

"Al momento non ci è giunta alcuna proposta - rassicura l'assessore alla Viabilità Gabriella Battaglia - e ogni proposta sarà comunque vagliata con grande attenzione cercando, ove possibile, di scongiurare soluzioni limite come la chiusura ai mezzi a due ruote".

Di certo c'è che appare improbabile attualmente una revisione delle ordinanze dirigenziali già emesse, le ultime con il coinvolgimento di assi di grande rilievo turistico come il viale La Loggia o la parte iniziale della Panoramica dei Templi. Questo perché, in sintesi, nessuno vuol farsi carico dell'eliminazione del provvedimento per evitare che poi, in caso di incidente o problema di sorta, sia colpa di chi ha deciso di abbassare il livello di tutela.

Lo scorso 31 luglio, intanto, la commissione Lavori pubblici del consiglio comunale si è riunita sul tema, anche se l'assenza inattesa e ingiustificata dei dirigenti ha impedito la trattazione dell'argomento. Una mancanza che ha provocato una reazione durissima del consigliere comunale Gerlando Gibilaro, il quale ha chiesto di destinare il gettone dei lavori alla riparazione di una buca tra le tante che interessano le strade cittadine.

Ad ogni modo il componente di aula "Sollano" chiederà all'amministrazione comunale di verificare lo stato di salute delle strade cittadine anche sul fronte della manutenzione ordinaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

  • "Hanno incassato 80 mila euro su un prestito di 25, ma ancora volevano soldi": fermati due fratelli

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento