"Mazzette per ottenere lavori da parte di Anas", arresti anche nell'Agrigentino

Si tratta dell'operazione "Buche d'oro", condotta stanotte dalla Guardia di Finanza in diverse province della Sicilia

(foto ARCHIVIO)

Nuovi sviluppi e nuovi arresti nel contesto dell'inchiesta “Buche d’oro“, condotta dalla Guardia di Finanza e incentrata su un presunto giro di mazzette versate a funzionari dell’Anas di Catania per il rifacimento di strade della Sicilia Orientale e centrale. Questa notte i militari del nucleo di polizia economico e finanziaria hanno eseguito nuovi arresti nei confronti di funzionari’Anas e di imprenditori delle province di Palermo, Caltanissetta e Agrigento con l'accus a vario titolo di corruzione in concorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento