Bonificato e dissequestrato il molo di ponente, rimossi 77 blocchi in cemento

L'indagine è stata coordinata dal procuratore Roberta Buzzolani e dal sostituto Michele Marrone

Il molo di Menfi è stato bonificato e dissequestrato, a disporlo è stata la Procura di Sciacca. Il provvedimento, secondo quanto fatto sapere dal Giornale di Sicilia, farebbe seguito al completamento della bonifica. Sono stati  rimossi, in tutto, settantasette blocchi in cemento per un peso complessivo di 18 tonnellate in un'area di 1800 metri quadrati.

"Occupazione abusiva di demanio marittimo", sequestrata banchina e 80 barche
 

Hanno operato i sommozzatori del terzo Nucleo sub del Reparto supporto navale Guardia costiera di Messina nell'ambito dell'indagine, coordinata dalla Procura di Sciacca e svolta dalla Guardia costiera e dai carabinieri della stazione di Menfi. I blocchi erano stati utilizzati in modo abusivo per dei sistemi d’ormeggio. L'indagine è stata coordinata dal procuratore Roberta Buzzolani e dal sostituto Michele Marrone.

IL VIDEO. Sequestrata la banchina di Porto Palo e 80 barche, ecco le immagini

Era la fine dello scorso giugno quando la Guardia costiera e i carabinieri di Sciacca eseguivano il decreto di sequestro preventivo - emesso dal tribunale di Sciacca su richiesta della Procura - dell'intero tratto della banchina di Ponente del porto di Porto Palo di Menfi, esteso per 330 metri circa. Il provvedimento, allora, interessò anche lo specchio acqueo antistante e una ottantina di imbarcazioni da diporto, con i propri corpi morti, del peso complessivo di circa diciotto tonnellate, ormeggiate illecitamente.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento