Bilancio di previsione 2015 in aula il 28 dicembre: "Così si annienta il ruolo del consigliere"

Il bilancio previsionale del 2015 potrà arrivare in Consiglio non prima del 28 di dicembre. Il capogruppo del Pdr, Nuccia Palermo: "Ci auguriamo di non ritrovarci a votare premi di produzione in un Comune dove i risultati sembrano tutto tranne che positivi"

Il bilancio previsionale del 2015 potrà arrivare in Consiglio non prima del 28 di dicembre. "Ancora una volta le speranze vengono affrante dalla ormai rituale realtà che ci porta sempre a dover votare un atto importantissimo, quale è il bilancio previsionale, senza aver facoltà di indirizzare alcunché". Esordisce così il capogruppo del Pdr - Sicilia Futura, Nuccia Palermo, all’indomani della conferenza capigruppo che ha calendarizzato le sedute di Consiglio per il mese di dicembre. 

"Tanti sono stati gli appelli fatti fino ad oggi, da quasi l’interezza del Consiglio comunale, - dice Palermo - affinché si potesse imporre agli uffici di competenza nonché al dirigente del settore un’inversione di tendenza volta alla trasmissione del corposo documento in tempistiche che permettano lo studio dello stesso dando la possibilità al consigliere di controllare ed indirizzare. Ebbene, abbiamo appreso proprio ieri che il bilancio previsionale potrà arrivare in Consiglio non prima del 28 di dicembre. Purtroppo – aggiunge – si continua su di una scia sbagliata che annienta il ruolo del consigliere comunale non dandogli la possibilità di garantire il cittadino esercitando un ruolo importantissimo qual è quello per il quale è stato eletto".

"Ricordiamo al sindaco e all’assessore al ramo – dice ancora Nuccia Palermo - che sono loro, in qualità di amministrazione attiva, a dover spingere sull’efficienza degli uffici e a dover verificare i motivi per i quali la costosa macchina amministrativa consuma come una Ferrari per poi camminare come un’Ape a tre ruote. E sempre in tema di grandi costi – continua Palermo – non riusciamo a comprendere come può un’amministrazione di prestigio come la nostra, ben remunerata come è giusto che sia, produrre una mole così bassa di atti che per di più non vengono portati in Consiglio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ci auguriamo – conclude il capogruppo del Pdr – che, come spesso detto dal primo cittadino, in un periodo dove per Agrigento si prospettano lacrime e sangue non ci ritrovassimo a votare per premi di produzione in un Comune dove i risultati sembrano tutto tranne che positivi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • "La cultura riparte", riapre la Valle dei Templi: ingresso gratis per tutti

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • Sbaglia auto e forza la portiera: scoppia il caos nel parcheggio del supermercato

  • "Calci, pugni e coltellate a due immigrati": uno ridotto in fin di vita, arrestati 4 ragazzini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento