Approvato il bilancio previsionale 2018, stanziate somme per la manutenzione stradale

Le risorse ammontano a circa 400mila euro e derivano dall'avanzo di amministrazione del precedente anno che è stato riutilizzato grazie al via libera del Ministero

Il Consiglio comunale di Racalmuto approva il Bilancio di Previsione 2018/2020. Lo strumento finanziario ha ricevuto otto voti favorevoli, mentre hanno abbandonato l'aula, dopo aver ritirato gli emendamenti proposti, i consiglieri comunali della lista Borsellino.

Grazie alla concessione di uno "spazio finanziario" da parte del Ministero dell'Economia, una quota consistente dell'avanzo di amministrazione - pari a quattrocentomila euro - è stata inserita in bilancio per investimenti che riguarderanno la manutenzione della viabilità urbana ed extraurbana.

 "E' una buona notizia per i nostri concittadini - dichiara il sindaco Emilio Messana. Dopo anni di sacrifici, il risanamento dei conti e una politica oculata di gestione delle risorse hanno consentito di ottenere questa opportunità. Abbiamo proposto che questo fondo di 400.000 euro sia destinato prioritariamente alla viabilità urbana ed extraurbana. Da troppi anni, infatti, a causa della riduzione dei trasferimenti nazionali e regionali, questo Comune non ha avuto le risorse sufficienti per rimediare all'usura del patrimonio viario. La concessione di questo spazio finanziario per gli investimenti è un'importante boccata di ossigeno che ci consentirà di migliorare il decoro e la sicurezza delle nostre strade".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Hanno dichiarato di non votare il bilancio e hanno abbandonato l'aula i consiglieri della Lista Borsellino e la consigliera Morena Mattina. I primi hanno lasciato il Consiglio solo dopo aver presentato alla Presidenza la dichiarazione di ritiro dei cinque loro emendamenti., tre dei quali prevedevano un taglio alle risorse destinate ai servizi sociali di ben 30.000 mila euro, per finanziare invece, per pari importo, contributi ad associazioni culturali, turistiche e sportive.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • "La cultura riparte", riapre la Valle dei Templi: ingresso gratis per tutti

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

  • Furibonda lite tra famiglie, 43enne in ospedale con un taglio all'addome

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento