Agrigento, bilancio comunale: mancano 14 milioni di euro

Il rendiconto per l'esercizio 2011 individua un credito di 14.214.139 euro che il Comune vantava nei confronti dell'Ato Gesa come somme a "dubbia esigibilità", e quindi ad ora non disponibili

Uno stralcio della determina

 

Oltre quattordici milioni e duecentomila euro di "dubbia esigibilità".

 

Con due semplici parole il rendiconto consuntivo 2011, pubblicato in questi giorni all'Albo pretorio del Comune di Agrigento, getta terribili ombre sulla tenuta, già di per sé precaria, del Bilancio comunale.

 
 

Somme, come individuato dal documento redatto dal dirigente Carlo Bertolino, come residui passivi che originariamente il Comune vantava come credito nei confronti dell'Ato Gesa Ag2 e che adesso rappresentano una potenziale "tegola" sulla testa di Marco Zambuto.

Una prima nota, si legge nel documento, risale al 18 aprile 2012: fu inviata all'Ato Gesa Ag2 senza però ottenere riscontri da parte del direttore generale e del dirigente del Settore V.

Questa somma, derivante da anticipazioni effettuate negli anni passati ma mai "movimentate" ovvero non liquide, e quindi non esigibili, si incrementa di oltre un milione e settecentomila euro, come da accertamento 707 del 31/12/2010, dei quali "non si dispone di elementi di valutazione".

Il quadro tracciato dal dirigente è implacabile e individua come residui attivi solamente 2.429.897 euro. I passivi in totale ammontano ad oltre cinque milioni di euro.

 

Da stralciare, invece, la posizione per quanto riguarda i 14.214.139 euro, che sono stati inseriti tra i crediti di dubbia esigibilità, con la riserva di procedere alle operazioni di riaccertamento qualora essi possano diventare nuovamente esigibili.

Quello che non è ancora pubblicato, e che dovrebbe arrivare nelle prossime ore, stando alle nostre fonti, è una serie di documentazioni formali che nei fatti prendono consapevolezza dello stato di cose e predispongono gli atti per le procedure di dissesto finanziario.

Già, parola tanto evocata in questi anni e adesso, raccontano dal Comune, mai così concreta.

(gis)

 

 

Potrebbe interessarti

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

  • Come organizzare la grigliata perfetta. Ecco cosa serve per una serata attorno alla brace

  • La ricetta dei panini di San Calò

I più letti della settimana

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • "Una collega mi disse che ero stata puntata, così iniziò il mio incubo": donna accusa direttore di stalking

  • Muore vecchio boss di Palma, il questore dispone: niente funerali

  • Si contendono la location: scoppia una maxi lite fra i "paninari" di San Leone

  • "Rapina e violenta moglie dell'amico dopo avere trascorso il Capodanno insieme", condannato 27enne

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento