Niente giochi per bambini, la piccola Giulia: "Caro sindaco..."

Un parco buio, pochi giochi ed una villa Bonfiglio sempre più scarna e isolata

Si chiama Giulia Caterina, è una bambina di tre anni e mezzo ed ha voluto "scrivere" al sindaco di Agrigento, Calogero Firetto. La piccola ha affidato il suo pensiero all'unione sindacale di base. Un pensiero che è diventato lettera scritta dal sindacato. 

"Caro Sindaco mi chiamo Giulia Caterina. Ieri sera ho chiesto ai miei nonni di accompagnarmi alla villa Bonfiglio per trascorrere qualche ora, giocando con lo scivolo o con la nave dei pirati. Quando siamo arrivati, il parco era quasi al buio ed i giochini erano recintati da una bruttissima rete. I giochi all'aperto sono un diritto di ogni bambino. Ricordo che l’anno scorso ho fatto amicizia con alcuni bimbi  grazie ai giochini. Ti chiedo caro sindaco di intervenire.I  bimbi hanno bisogno di giocare per crescere e conoscere gli altri bimbi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Torna a casa e trova un ladro che sta rubando in camera da letto: arrestato un 42enne

  • "Cosa nostra" in Canada, il nuovo padrino è Leonardo Rizzuto

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento