Testimoni di giustizia assunti alla Regione: «Abbiamo vinto noi»

L'"Associazione nazionale testimoni di giustizia" comunica che nella mattina del nove di aprile i primi testimoni di giustizia verranno assunti dalla Regione Sicilia

Ignazio Cutrò

L’"Associazione nazionale testimoni di giustizia" comunica che nella mattina del nove di aprile i primi testimoni di giustizia verranno assunti dalla Regione Sicilia.

"Si scrive così un’importante pagina di storia umana e politica di lotta alle mafie e di sostegno a coloro che denunciano, frutto dell’impegno partecipato dell’associazione e del presidente della Regione Rosario Crocetta, del presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone  nonché dei presidenti e dei deputati delle commissioni regionali antimafia, bilancio e affari istituzionali. I testimoni di giustizia - dichiarano il presidente Ignazio Cutrò e i testimoni Giuseppe Carini e Piera Aiello - sono stati guardati con sospetto, tacciati di essere irriverenti con le Istituzioni, politicamente scorretti solo perché non inclini al compromesso, non deboli di fronte alle lusinghe, prima, ed al ricatto dopo. Non importa, perché c’era da salvare le nostre famiglie e tanto bastava per andare dritti per la nostra strada senza guardare in faccia a nessuno. Salvare le nostre famiglie dalla violenza delle mafie, salvarle dal lato oscuro dell’antimafia abitata da persone ammalate di narcisismo che non lascia spazio a nessuno, nemmeno alle vittime. La nostra forza di volontà ha prevalso sul dolore, sull’isolamento e la solitudine. La giustizia, sorretta dalla forza di volontà e dal coraggio civile, ha prevalso su tutto. Abbiamo vinto noi", concludono.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul lavoro: si ribalta il trattore e muore un 53enne

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Il mondo di un agrigentino a Budapest, Gero Miccichè: "Io e la Disney, una grande emozione"

  • Morta di malaria a 44 anni dopo una vacanza in Nigeria

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Cliente preleva allo sportello e si accorge dell'incendio in banca: chiusa piazza per ore

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento