Carenza d'organico e criticità nei reparti, l'Asp cerca dirigenti medici

L’azienda sanitaria provinciale di Agrigento ha riaperto i termini per il conferimento di incarichi a tempo determinato

L’azienda sanitaria provinciale di Agrigento ha riaperto i termini per il conferimento di incarichi a tempo determinato destinati a dirigenti medici di svariate discipline. La formazione delle graduatorie, da cui attingere i professionisti, riguarda la copertura temporanea nelle specialità di Nefrologia, Anestesia e Rianimazione, Ortopedia e Traumatologia, Chirurgia generale, Medicina interna, Cardiologia, Psichiatria, Medicina e chirurgia d’accettazione e urgenza, Neonatologia, Pediatria, Chirurgia vascolare e Radiodiagnostica.

I candidati avranno tempo sino al 18 agosto per presentare un’istanza all’Asp di Agrigento, indirizzandola al commissario, completa di curriculum vitae e delle dichiarazioni di rito. Il provvedimento di reclutamento, reso urgente dalla necessità di potenziare gli organici per fronteggiare le criticità nei reparti ed incrementare costantemente la qualità dei servizi e delle prestazioni sanitarie, dispone di una tempistica pensata per permettere aimedici che si specializzano nel mese di agosto di poter subito presentare le istanze e accedere agli incarichi.
Ecco il link relativo al bando pubblicato sul sito web dell’Asp di Agrigento:
http://www.aspag.it/trasparenza/avviso-straordinario-per-il-conferimento-di-incarichi-a-tempo-determinato-di-dirigente-medico-varie-discipline/    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • "Cosa nostra" in Canada, il nuovo padrino è Leonardo Rizzuto

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

  • Sorpresa in un'osteria di Realmonte, arriva Giancarlo Giannini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento