Napoli, sacerdote agrigentino sorpreso con un minorenne: arrestato

Il prete sarebbe stato sorpreso in flagranza di reato con un minorenne all'interno di un internet point di piazza Garibaldi, a Napoli. Lui durante l'arresto: "Non fatelo sapere a mia mamma"

Un sacerdote originario della provincia di Agrigento, Camillo Sessa, 50 anni, è stato arrestato a Napoli dal Nucleo tutela minori della polizia municipale per abuso sessuale su minore. Il prete sarebbe stato sorpreso in flagranza di reato con un minorenne all'interno di un internet point di piazza Garibaldi, a Napoli.

Come raccontato da "Il Mattino", i vigili avrebbero notato l'uomo che parlava con il ragazzino, decidendo così di seguire i movimenti dei due. Quando il minorenne è entrato nell'internet poit, seguito dopo qualche minuto dal sacerdote, è scattato il blitz.

Gli agenti hanno quindi aperto una delle cabine, trovando all’interno il ragazzino con i pantaloni abbassati in compagnia dell'uomo che lo toccava mentre guardava un filmato pornografico al computer. "Non fatelo sapere a mia mamma" avrebbe chiesto Camillo Sessa agli agenti che lo stavano arrestando. 

Intanto monsignor Salvatore Nunnari, arcivescovo della Diocesi di Cosenza-Bisignano, ha diramato una nota stampa comunicando di aver "emesso il Decreto di sospensione a divinis ed esonero dalle funzioni e da ogni attività sacerdotale, informando parimenti le competenti Autorità ecclesiastiche e la Congregazione della Fede".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Camillo Sessa, che è originario di Licata (Agrigento), era stato ordinato sacerdote dal predecessore di mons. Nunnari. Dopo alcuni anni di servizio pastorale nel territorio dell’Arcidiocesi di Cosenza-Bisignano, ha ricoperto fino ad un anno fa il ruolo di cappellano del mare a bordo delle navi, coordinato dall’Ufficio nazionale di Pastorale marittima. Poi, come reso noto dall’arcivescovo nel comunicato stampa, ha rifiutato un nuovo impegno pastorale in diocesi ed è tornato in famiglia senza dare più sue notizie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • "No" assembramenti: stop a feste e sale da ballo, ipermercati chiusi le domeniche pomeriggio

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • "Minacce di morte e calci nella pancia alla fidanzata incinta", la donna lo perdona e ritira la querela

  • Gruppetto di tunisini sbarca a San Leone: i migranti scappano a gambe levate

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento