"Dodicenne violentata in un vicolo da quattro giostrai", serve un perito di lingua straniera

Quattro conversazioni intercettate fra gli imputati sono in rumeno, il giudice dispone la traduzione

Quattro conversazioni telefoniche intercettate sono in lingua rumena: è necessario, quindi, nominare un perito straniero per fare chiarezza e accertare i contenuti. Arturo Bonsignore, ieri mattina, incaricato di trascrivere le intercettazioni disposte nell'ambito dell'inchiesta, ha fatto presente la circostanza e il giudice Stefano Zammuto, davanti al quale si celebra l’udienza preliminare sul caso di una ragazzina di dodici anni che avrebbe subito abusi da alcuni giostrai, il 13 maggio del 2015, in occasione di una festa di paese ad Aragona, ha deciso di nominare un perito di lingua straniera. L’incarico sarà formalizzato all’udienza del 16 luglio.

Quattro gli imputati. Si tratta di Bogdan Petru Corcoz, 22 anni, di origini rumene e residente ad Aragona; Vasile Lucian Isache, 25 anni, anche lui residente ad Aragona e nato in Romania; Costantin Cosmin Babiuc Pavel, 24 anni, rumeno e Riccardo Fonte, 60 anni, di Caltanissetta. La ragazza, che si è costituita parte civile con l’assistenza dell’avvocato Daniela Posante, ha raccontato di essere stata trascinata con violenza in un vicolo dove sarebbe stata costretta ad abbassarsi i pantaloni subendo violenza, a turno, dai quattro imputati presenti in paese perché gestori del luna park. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Tragedia a San Leone: muore un turista svizzero di 35 anni

  • L'incidente lungo la strada per la Scala dei Turchi: 59enne muore dopo quasi un mese d'agonia

  • Totano gigante si arena sulla spiaggia: curiosità e incredulità a Punta Grande

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento