Maccalube, l'appello di Parello: "Venga riaperta la riserva, abbiamo bisogno dei turisti"

Due anni dopo la tragedia che uccise Laura e Carmelo Mulone, il sindaco di Aragona: "Importanti per la città quei trentamila visitatori all'anno che adesso non ci sono più"

L'esplosione di un vulcanello

Dall'esplosione dei vulcanelli, nella riserva naturale delle Maccalube, sono passati due anni. Due anni dalla tragica morte di Carmelo e Laura Mulone di 9 e 7 anni. 

Il sindaco di Aragona, Salvatore Parello, due anni dopo appunto, lancia - attraverso le colonne del Giornale di Sicilia - un sorta di appello: "La riserva delle Maccalube va riaperta. La politica deve lavorare per raggiungere questo traguardo. È un sito pericoloso? Pure l'Etna lo è, ma questo non significa che non si possa renderlo sicuro con un sistema di monitoraggio, Aragona ha bisogno di quei trentamila turisti all'anno che non ci sono più".

"Dobbiamo fare in modo che un fatto così tragico non succeda più - ha spiegato Parello - ma la soluzione non può essere tenere chiuso il sito perché l'economia del nostro paese ha bisogno delle Maccalube". La riserva è chiusa, su disposizione della Regione che ne è la proprietaria, dal giorno dopo la tragedia. Tutt'ora è sequestrata.

"Vogliamo tornare ad essere la città delle Maccalube e non il Comune della tragedia del 27 settembre" - ha concluso Parello - . 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Tragedia a San Leone: muore un turista svizzero di 35 anni

  • L'incidente lungo la strada per la Scala dei Turchi: 59enne muore dopo quasi un mese d'agonia

  • Totano gigante si arena sulla spiaggia: curiosità e incredulità a Punta Grande

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento