Ribera, un appello a Sgarbi per la riapertura della necropoli Anguilla

Il giornalista Salvatore Castelli ha scritto una lettera all'assessore regionale ai Beni culturali

Uno degli ingressi della necropoli

Un appello per la riapertura della necropoli di contrada Anguilla-Magone, a Ribera, è stato lanciato dal giornalista Salvatore Castelli all'assessore regionale ai Beni culturali, Vittorio Sgarbi. 

"Si tratta di un sito archeologico di rilevante interesse storico-culturale - scrive Castelli - che, per anni in mano ai tombaroli, poi per fortuna recuperato in grandissima parte e reso agibile con interventi della Sovrintendenza ai Beni archeologici e ambientali della Provincia di Agrigento, era stato reso fruibile per qualche tempo, dopo i lavori di restauro e di recupero, a studiosi, studenti di ogni ordine e grado, a semplici cittadini amanti dell’arte".

"Da diversi mesi, però, - prosegue il giornalista - a quanto pare per problemi legati alla mancanza di servizi igienico-sanitari nella casetta adibita ad uffici, il sito, inspiegabilmente, non è più fruibile alla collettività e la chiusura è stata oggetto di alcune prese di posizione sulla stampa locale a diverso livello al fine di consentire un immediata riapertura".

Castelli invita l'assessore Sgarbi, affinché "possa smuovere le acque stagnanti che da tempo si registrano e che finora hanno impedito di risolvere il problema e stimolare gli organi preposti alla cura del sito affinchè trovino le soluzioni necessarie per la sua risoluzione".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • Scoppia la lite fra due teenager: una ferita, l'altra denunciata

  • Incidente sulla statale 123, uomo perde controllo dell'auto: estratto dalle lamiere

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento