Anniversario pirandelliano, entrano nel vivo le celebrazioni in attesa di Mattarella

La casa natale dello scrittore Premio Nobel riaprirà il 28 giugno, pronta ad ospitare il 6 luglio il presidente della Repubblica. Diomede: "Al lavoro per garantire la sicurezza"

Un momento dell'incontro all'ex collegio dei Filippini

Entrano nel vivo le celebrazioni per il 150esimo anniversario nella nascita di Pirandello. In attesa della visita del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, prevista per il 6 luglio, questa mattina all’ex collegio dei Filippini, si è fatto il punto su quanto già fatto e sui prossimi eventi in programma per celebrare lo scrittore agrigentino.

Presenti all’incontro, il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, il prefetto Nicola Diomede, il soprintendente ai Beni culturali, Gabriella Costantino, e Gioconda Lamagna, direttrice della Casa Museo di Luigi Pirandello e la responsabile della biblioteca-museo e della casa natale di Pirandello, Armida De Miro.

LEGGI ANCHE: "PIRANDELLI", IL COGNOME IN UN ATTO DI NASCITA DEL 1867

“Il fatto che il capo dello Stato decida di accogliere il nostro invito e venire ad Agrigento – ha commentato Firetto – rappresenta una tappa importante per la nostra città. Dobbiamo ancora affinarci un po’, ma la direzione che abbiamo intrapreso è quella giusta. Sono state tante, in tutto il mondo, le manifestazioni legate a Pirandello, tra convegni, spettacoli e incontri, e la scelta di Mattarella rende onore ad Agrigento”.

VIDEO: FIRETTO: "CELEBRIAMO INSIEME IL NOSTRO NOBEL"

Il prefetto Diomede, invece, ha sottolineato il ruolo strategico della prefettura nel territorio agrigentino e come si stia lavorando per garantire sicurezza in occasione della visita del capo dello Stato. “Molti si chiedono se le prefetture servano o no, - ha osservato Diomede -  in realtà credo che la loro risorsa risieda nella capacità di rimodularsi diversamente in funzione del territorio. Quella di Agrigento è una provincia eterogenea, all’interno della quale esistono molte differenze, la prefettura deve, allora, muoversi cercando di fare squadra con le tante comunità presenti sul territorio”.

LEGGI ANCHE: ISABELLA FERRARI LEGGE PIRANDELLO

Mancano ancora pochi giorni, invece, per l’attesa riapertura della casa di Pirandello, in vista della visita di Mattarella. La direttrice del polo museale, Gioconda Lamagna, ha confermato che la struttura riaprirà il 28 giugno di mattina, mentre alle 18 si terrà la presentazione ufficiale. Prevista una performance di lettura dalla mattina al pomeriggio.  

“Al primo piano non abbiamo fatto interventi strutturali, - spiega Armida De Miro - ma abbiamo voluto narrare Pirandello, creando un filo conduttore tra i documenti e la sua produzione letteraria, attraverso le tappe della sua vita”. Si è parlato anche dei documenti inediti del Premio Nobel, con un accenno anche alla produzione giovanile, ad un’autobiografia che non vide mai la luce e ad un manoscritto, un “canzoniere”, che sarà pubblicato entro la fine dell’anno.

LEGGI ANCHE: IL PROGRAMMA NEL DETTAGLIO

Potrebbe interessarti

  • Come proteggersi dalle zecche

  • Come eliminare la puzza di sigarette dai nostri ambienti domestici

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Tipe da spiaggia: cosa mi metto?

I più letti della settimana

  • L'esplosione del mercato di Gela, c'è una vittima: si aggrava la posizione del commerciante di Grotte

  • "Adesca ragazzina e tenta di avere un rapporto orale", la scatola nera dell'auto per smentire la vittima

  • Bimbo di 12 anni rischia di annegare, tre bagnini lo portano in salvo

  • Uccise il giudice Livatino, Pace torna a Palma con un permesso speciale

  • "Vieni a fare le pulizie a casa mia": 29enne minacciata di morte e stuprata, arrestato

  • Mafia, permesso speciale al boss ergastolano Ignazio Ribisi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento