L'omicidio di Alessandria della Rocca, il 19enne indagato resta in carcere

Il tribunale del Riesame di Palermo ha rigettato la richiesta di annullamento dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere avanzata dalla difesa

Pietro Leto

Pietro Leto, 19 anni di Alessandria della Rocca, indagato per l'omicidio di Vincenzo Busciglio, 23 anni pure lui di Alessandria, resta in carcere. Il tribunale del Riesame di Palermo ha rigettato la richiesta di annullamento dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere avanzata dalla difesa. "E' estraneo ai fatti" - ha affermato l'avvocato Antonino Gaziano, legale di Leto. Il diciannovenne sia nell'interrogatorio con il sostituto procuratore della Repubblica di Sciacca, Roberta Griffo, che nell'udienza di convalida con il gip, Rosario Di Gioia, ha respinto le accuse.

Al Riesame si discute della scarcerazione dell'indagato 

Ci sarebbero dichiarazioni, raccolte dagli inquirenti ad Alessandria della Rocca, che convergono verso una ricostruzione dei fatti non in linea con quella fornita dall'indagato e, soprattutto, il nome di Leto sarebbe stato fatto dallo stesso Busciglio a chi lo ha soccorso.

La vittima ha fatto il nome dell'assassino prima di morire 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • Scoppia la lite fra due teenager: una ferita, l'altra denunciata

  • "Favori e assunzioni in cambio di informazioni riservate": indagati tre marescialli e due imprenditori

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento