L'omicidio di Alessandria della Rocca, il 19enne indagato resta in carcere

Il tribunale del Riesame di Palermo ha rigettato la richiesta di annullamento dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere avanzata dalla difesa

Pietro Leto

Pietro Leto, 19 anni di Alessandria della Rocca, indagato per l'omicidio di Vincenzo Busciglio, 23 anni pure lui di Alessandria, resta in carcere. Il tribunale del Riesame di Palermo ha rigettato la richiesta di annullamento dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere avanzata dalla difesa. "E' estraneo ai fatti" - ha affermato l'avvocato Antonino Gaziano, legale di Leto. Il diciannovenne sia nell'interrogatorio con il sostituto procuratore della Repubblica di Sciacca, Roberta Griffo, che nell'udienza di convalida con il gip, Rosario Di Gioia, ha respinto le accuse.

Al Riesame si discute della scarcerazione dell'indagato 

Ci sarebbero dichiarazioni, raccolte dagli inquirenti ad Alessandria della Rocca, che convergono verso una ricostruzione dei fatti non in linea con quella fornita dall'indagato e, soprattutto, il nome di Leto sarebbe stato fatto dallo stesso Busciglio a chi lo ha soccorso.

La vittima ha fatto il nome dell'assassino prima di morire 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento