Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

La città si illumina, accesi due maestosi alberi di Natale: il "regalo" di sir Rocco Forte

Per le due illuminazioni artistiche delle piazze Marconi e Giglia sono state utilizzate duecentotrenta mila luci

 

In prossimità delle festività natalizie, in città fervono i preparativi e con largo anticipo rispetto agli anni precedenti, due maestosi alberi, illuminano altrettante piazze. Il primo, adorna piazza Stazione, si tratta di una imponente luminaria artistica tridimensionale, alta venti metri e che sulla sommità, al posto della tradizionale stella cometa, campeggia l’anno che verrà, il 2020. Una data abbastanza attesa in città e che nell’arco dei 365 giorni, vedrà  le celebrazioni per i 2600 anni dalla fondazione di Akragas, ma anche l’indizione, con molta probabilità in estate, delle elezioni amministrative. Secondo molti, proprio il prossimo appuntamento alle urne, sarebbe alla base della decisione di anticipare l’installazione delle luci decorative. 

Il secondo albero conico tridimensionale, è stato invece collocato nella rinnovata piazza Giglia di San Leone, Qui sono 80 mila le luci colorate utilizzate e la struttura è alta 15 metri e mezzo. Entrambe le installazioni sono state realizzate da una ditta di Gravina di Catania, la stessa che l’anno scorso ha allestito l’albero di piazza Stazione.

E come avvenne per il 2018, anche quest’anno, con le casse del Comune in crisi, ci hanno pensato i privati a donare le luci della festa.  Entrambe le installazioni infatti, sono state finanziate da sir Rocco Giovanni Forte, l’albergatore inglese, di chiare origini italiane, presidente dell’omonima catena di alberghi di lusso.  Altri alberi luminosi, sempre ad opera di privati cittadini, si stanno comunque allestendo in altre zone cittadine e che contribuiranno a rendere viva l’atmosfera delle festività. 
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento