Alessi contestato dalla sua gente, il presidente dell'Akragas: "Valuterò se restare"

Il patron si è detto ferito e deluso dall'atteggiamento di una parte di tifoseria. La sua squadra è stata "beffata" in casa

Silvio Alessi (foto archivio)

Silvio Alessi contestato dalla sua gente. Altermine della sfida, persa dai biancazzurri, il patron è stato contestato da un gruppo di tifosi agrigentini. Il presidente al timone del club dai tempi dell’Eccellenza, adesso medita l’addio. "Sono ferito – ha detto in sala stampa il patron agrigentino – non so chi ci sia dietro questo gruppo di tifosi. Adesso devo riflettere e prendere una decisione, ma penso di avere fatto il mio tempo, sono pronto a passare la mano a chi è animato di buona volontà. In sei anni – dice – forse sono stato l’unico a non avere capito niente. Non capisco cosa spinga una parte dei tifosi a contestare chi per 6 anni ci ha messo la faccia, i soldi ed il proprio tempo, vuol dire che non ho capito nulla del mondo del calcio. Abbiamo cercato di allestire una squadra ai limiti delle nostre possibilità e che non ha assolutamente sfigurato in queste".

L'AKRAGAS "BEFFATA" IN CASA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Trova portafogli e lo porta in Questura, 70enne non sapeva d'averlo perso: rintracciato

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento