Mandorlo in fiore, niente sfilata in via Manzoni, Monella (Lega): "Si mantengano le tradizioni"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Le tradizioni rappresentano il senso profondo e culturale di una popolazione, differenziandola, nel bene o nel male, dalle altre; Garantendone l’unicità e la singolarità. 

Ritengo, pertanto, di fondamentale importanza che il mantenimento delle tradizioni sia un obbligo da parte di noi istituzioni cittadine. Un obbligo dovuto ai nostri anziani, ai nostri festosi ricordi passati e ai confronti dei nostri figli. 

La festa tradizionale del Mandorlo in Fiore, rappresenta la nostra unicità. Rappresenta già da un settantennio Agrigento e gli Agrigentini, la nostra cultura, la nostra passione ed il nostro amore per questa terra. Questa tradizione  rappresenta tutti gli agrigentini, sia quelli che vivono in periferia, quanto quelli che risiedono nel centro urbano. 

Le uniche modifiche accettabili possono essere quelle accrescitive, quelle che diano la possibilità alla popolazione sita nei quartieri periferici di godere anch’essi in prima fila della nostra Sagra, ma, mai e poi mai si può accettare la riduzione o l’eliminazione di percorsi, di giorni o di altro; questo perché abbiamo un dovere morale e culturale nel rispetto dei nostri nonni, oramai scomparsi, che per mano ci accompagnavano a vedere la sagra al fine di trasmetterci il valore e l’importanza della NOSTRA festa.

Per questa motivazione, a mio modo di vedere,  non possiamo e non dobbiamo in alcun modo accettare modifiche sostanziali che rischino di rendere meno grande questa nostra tradizione agrigentina.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento