Frana di via Favignana, approvato progetto da 4 milioni di euro

All'interno della stessa linea di finanziamento è stato invece bocciato un intervento per l'area dietro le palazzine Crea

via Favignana

Fondi contro il dissesto idrogeologico, il Comune di Agrigento ottiene il finanziamento del progetto di eliminazione della frana di via Favignana a Villaseta per un valore complessivo di oltre 4 milioni di euro. Questo consentirà, una volta che le somme saranno erogate, di intervenire sullo smottamento che mette oggi a rischio due palazzine di edilizia popolare.

Firetto sollecita la Regione: "Bisogna fare presto"

Il Municipio, però, si è visto bocciare come "irricevibile" un altro progetto per un valore di oltre 1 milione e ottocentomila euro. Stiamo parlando della messa in sicurezza del versante nord-est delle palazzine Crea, e per la precisione quell’ampia striscia di terreno sotto via Picone che anni fa franò devastando uno dei palazzi ma non ferendo, fortunatamente, nessuno. Il progetto, stando agli atti, è stato respinto per “assenza per il progetto approvato dall'Ente richiedente dei prescritti pareri e nulla osta previsti dalla normativa".

"L'area non è più pericolosa", tornano a casa le famiglie sgomberate

Potrebbe interessarti

  • Come proteggersi dalle zecche

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Come eliminare la puzza di sigarette dai nostri ambienti domestici

  • Il bicarbonato di sodio e i suoi utilizzi in casa

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo a Cosa Nostra, scatta il blitz Assedio: 7 fermi, c'è anche un consigliere comunale

  • Camilleri resta in Rianimazione, il retroscena: 20 giorni fa si era rotto il femore cadendo in casa

  • Camilleri lotta fra la vita e la morte, Racalmuto lo ha già dimenticato

  • Bimbo di 12 anni rischia di annegare, tre bagnini lo portano in salvo

  • Blitz antimafia "Assedio", ecco i nominativi dei fermati

  • "Tangenti all'Agenzia delle Entrate", direttore generale: "Ecco perchè licenziai il funzionario"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento