Niente più pali dell'energia elettrica nella Valle dei Templi, avviati i lavori

L'accordo, stipulato tra Parco e gestore del servizio a rete, ha consentito di eliminare alcune vecchie strutture che si trovavano nei pressi di aree di particolare pregio

Migliorare le condizioni del paesaggio della Valle dei Templi occupandosi anche di quegli elementi di “disturbo” così vecchi da essere diventati quasi 

In quest'ottica una collaborazione tra il Parco archeologico e il gestore del servizio elettrico ha portato, nei giorni scorsi, all'eliminazione di alcuni vecchi pali della luce che si trovavano posizionati nei pressi di monumenti e aree di particolare pregio. Così è stata liberata, ad esempio, la tomba di Terone, ma anche il Ginnasio e altri luoghi della Valle, che hanno riacquisito così un aspetto davvero “incontaminato” .

“Nel contesto di alcune operazioni di manutenzione della rete di media tensione che erano previste nell'area meridionale della Valle – spiega il direttore del Parco Giuseppe Parello – abbiamo chiesto al gestore del servizio elettrico di disporre l'eliminazione di alcuni vecchi pali che si trovavano in zone di pregio. I lavori sono quasi terminati e crediamo che il vantaggio per il paesaggio sia stato evidente”.

In effetti adesso quelle zone sembrano tornate ad avere l'aspetto che avrebbero dovuto avere 80, 10 anni fa: un paesaggio agricolo siciliano di grande bellezza. Questo, ovviamente, al netto degli assi viari che circondano la Valle e dei quali, oggi, sembra impossibile poter fare a meno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento