"Vendeva Bimby e tv color a prezzi stracciati": a giudizio 38enne

Secondo la ricostruzione accusatoria, le vittime hanno effettuato il pagamento sulla Postapay senza però mai ricevere il prodotto comprato e senza più avere notizie del presunto venditore

La Procura di Agrigento ha disposto il giudizio. Il processo inizierà il 6 marzo davanti al giudice monocratico del tribunale di Agrigento Sabrina Bazzano. L'imputato è Cristian Sgrò, agrigentino di 38 anni, pescivendolo ambulante che è rappresentato e difeso dall'avvocato Monica Malogioglio. L'uomo è accusato di truffa. Ieri, c'è stato un primo passaggio in aula.  

Avrebbe - stando, appunto, all'accusa - affaroni per l'acquisto di Bimby o di tv color d'ultima generazione: prodotti dal valore di circa mille euro che era possibile comprare a 100 euro. Prezzi stracciati perché, a suo dire, il negozio di elettrodomestici era in fallimento. Ci sono state delle vittime che hanno effettuato il pagamento sulla Postapay senza però mai ricevere il prodotto comprato e senza più avere notizie del presunto venditore. Dopo diverse denunce, l'uomo è stato identificato e deferito alla Procura della Repubblica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "giallo" di Canicattì: sentiti familiari e amici del 28enne morto, ritrovato il furgone

  • Scompare un pastore, scattano perlustrazioni e ricerche: ritrovato morto il 61enne

  • Traffico di cocaina dalla Calabria all'Agrigentino: tredici condanne

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento