Scoperti 85 impianti pubblicitari abusivi, bocciati i ricorsi: le multe vanno pagate

L’importo totale delle sanzioni è di 36.239 euro. Il tribunale si è pronunciato - ed è stata una sentenza in appello a quella del giudice di pace - in favore della polizia municipale

Cartelloni pubblicitari rimossi (foto ARCHIVIO)

Il tribunale di Agrigento ha dato ragione alla polizia municipale della città dei Templi. Ed è stata una sentenza di secondo grado - un appello su pronunciamento del giudice di pace – per gli 85 impianti pubblicitari abusivi scoperti. Impianti che – stando, appunto, alle contestazioni della polizia municipale - era stati collocati, in diverse località, senza la necessaria autorizzazione.

Non passano i 15 ricorsi di Girgenti Acque, il giudice di pace: multe da pagare

L’importo totale delle multe, per questo caso, era di  36.239 euro. Il ricorso in Appello è stato curato dall'ufficio legale. Il tribunale ha considerato valide tutte le eccezioni e valutazioni del Comune. Intanto, la polizia municipale – coordinata dal comandante Gaetano Di Giovanni - porta avanti i controlli anche sugli impianti pubblicitari presenti in centro quanto nelle periferie. Verifiche per accertare eventualmente la loro irregolarità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento