Progetto "Terravecchia" a rischio, il Comune: "Pronti a trovare un nuovo partner privato"

I lavori si sono interrotti in modo praticamente permanente da alcuni anni: il progetto è stato profondamente rivisto

Le attuali condizioni di una delle zone oggetto dei lavori

Il progetto Terravecchia è oggi seriamente a rischio completamento. I lavori, fermi ormai da alcuni anni, si erano bloccati quando si era avviata una revisione complessiva del progetto di realizzazione di alcuni alloggi a canone sostenibile, inseriti nel programma di riqualificazione di una delle porzioni più antiche del centro storico agrigentino.

Cantieri "Terravecchia", sparita la segnaletica turistica: resta il degrado

Da allora però nulla si è mosso: i luoghi sono oggi in stato di profondo abbandono e non si ode più il rumore di una ruspa da diversi mesi. "Al momento stiamo attendendo che sia il privato ad avviare i lavori di costruzione seguendo il nuovo progetto che è stato predisposto dalla Soprintendenza ai beni culturali e che salvaguarderà le evidenze storico-archeologiche emerse - spiega il sindaco Lillo Firetto -, Abbiamo provveduto a sollecitare più volte la ripresa delle opere ma non abbiamo finora ricevuto una risposta positiva. E' probabile che come Comune saremo costretti a ricercare un nuovo partner per il progetto che, come noto, prevede una compartecipazione pubblico-privato". La revisione progettuale del piano, tanto contestato e avviato nel 2012, si ritenne necessaria perché durante le fasi di sbancamento dell'area del crollo dell'ex collegio Schifano emersero le tracce di una chiesa abbandonata, il tratto di un ipogeo e alcuni locali scavati nella pietra e dedicati originariamente forse a lavatoio pubblico. Scattarono quindi dei provvedimenti di tutela che hanno portato a modificare il progetto "inglobando" proprio questi resti e a prevedere uno spazio pubblico di fruizione.

Progetto "Terravecchia", si sperava in una ripresa rapida delle attività di cantiere

La società aveva già annunciato azioni legali contro il Municipio per la mancata ripresa dei lavori negli anni passati, lamentando un presunto - e milionario - danno economico.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento