"Tari" troppo cara, Hamel: "Sta già calando grazie alla differenziata"

L'assessore: "La tassa sulla spazzatura è lievitata nel corso degli anni a partire dal 2004 con aumenti periodici dal 7 al 12 per cento"

(foto ARCHIVIO)

“La tassa sulla spazzatura è lievitata nel corso degli anni a partire dal 2004 con aumenti periodici dal 7 al 12 per cento. A partire dal 2017, il Comune di Agrigento ha iniziato a diminuire questa tassazione che ricordo, per legge, deve coprire per intero il costo del servizio per circa il  complessivo 10 per cento. Nel 2019 è stata operata una riduzione del 18 per cento sulle utenze non domestiche mentre nel 2020 è prevista una ulteriore riduzione per le utenze domestiche”. Lo ha spiegato l'assessore comunale all'Ambiente, Nello Hamel, in merito al dato riportato da Cittadinanzattiva. Agrigento, secondo questo annuale studio, è il quarto capoluogo di provincia dell'isola per il costo della Tari.  

Costo della Tari, Agrigento è il quarto capoluogo più caro dell'isola

“Dal 2017, il costo delle discariche si è triplicato, ma adesso il Comune di Agrigento, contrariamente alla gran parte degli altri Comuni, - ha aggiunto l'assessore Nello Hamel - ha ammortizzato questi aumenti grazie agli straordinari risultati della differenziata che con il 70 e più per centro ha tamponato il rischio di ulteriori aumenti della Tari”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • "Cosa nostra" in Canada, il nuovo padrino è Leonardo Rizzuto

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Sorpresa in un'osteria di Realmonte, arriva Giancarlo Giannini

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento