"Ti sfregio con l'acido e ti sciolgo la pelle con la cera", giudizio immediato per 25enne

Alessandro Rizzo avrebbe perseguitato l'ex per vendicare la circostanza che lo aveva lasciato

Alessandro Rizzo

"Vengo a trovarti e ti butto l'acido in faccia, così ti sfregio a vita". Il venticinquenne Alessandro Rizzo, in effetti, sembrava intenzionato a farlo sul serio visto che era sul pullman partito da Agrigento con destinazione Roma, dove l'ex compagna, di due anni più grande, si era trasferita insieme al loro figlio, dopo averlo lasciato per tentare di sottrarsi alle persecuzioni del suo ex.

"Minacciò di morte la sua ex", è atteso il verdetto del Riesame

Tre mesi dopo l'arresto, il gip Francesco Provenzano ha disposto il giudizio immediato: il giovane, imputato di stalking, andrà direttamente a processo senza neppure passare dall'udienza preliminare. La prima udienza del dibattimento è stata fissata per l'8 luglio davanti al giudice Giuseppa Zampino. Il suo difensore, l'avvocato Daniele Re, entro quindici giorni potrà chiedere il giudizio abbreviato o il patteggiamento. 

Il giovane era stato arrestato dalla Squadra Mobile della Questura di Roma dopo l'ennesimo messaggio di morte indirizzato con il suo telefonino all'ex fidanzata. Alessandro Rizzo venne bloccato, e arrestato, alla stazione di Roma Est, dopo che era sceso dal pullman che da Agrigento lo aveva fatto arrivare fino alla capitale. 

"Stalking nei confronti dell'ex compagna", il "caso" approda al Riesame

Il giovane, secondo quanto ha denunciato la ragazza, l'avrebbe minacciata ripetutamente di morte e di sfregiarla con l'acido. "Ti sciolgo la pelle come la cera", le avrebbe detto in una circostanza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per incuterle timore, le avrebbe fatto presente che stava andando a trovarla a Roma e l'avrebbe uccisa. La presunta vittima, temendo per la sua vita, avvisò la polizia che si mise sulle tracce del giovane che è stato bloccato alla stazione di Roma Est, dove, probabilmente, avrebbe voluto dare seguito alle minacce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Stavamo collocando le microspie e ci ha sparato addosso", racconto choc di tre tecnici in incognito

  • Oltre 750 migranti sbarcati in 48 ore a Lampedusa, Musumeci: "Serve lo stato di emergenza"

  • In arrivo nuovi dirigenti scolastici, ecco tutti i movimenti in provincia

  • Ritrovata al Villaggio Mosè la 15enne scomparsa da Palermo a metà giugno

  • Sono in arrivo forti temporali: diramata l'allerta meteo "gialla"

  • Scazzottata con tragedia in via Petrarca, 64enne si accascia al suolo e muore

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento