“Si denuda in spiaggia davanti alle donne”: multa da 3.333 euro ad un 50enne

Firmato, a carico dell'uomo, un divieto di avvicinamento per le prossime 48 ore all'arenile di San Leone

(foto ARCHIVIO)

“Quando vedeva qualche donna si denudava”. Tanto è stato addebitato ad un agrigentino cinquantenne che, nella mattinata di ieri, è stato bloccato e multato dalla polizia di Stato. La sanzione elevatagli – la fattispecie è stata, del resto, depenalizzata – ammonta a ben 3.333 euro. E’ accaduto tutto sulla terza spiaggia, a San Leone.

All’improvviso, al numero unico d’emergenza: il 112, sono arrivate poco meno di una decina di telefonate. Tutte, grosso modo, segnalavano lo stesso, identico, fatto: “A San Leone c’è un uomo che si spoglia, mostrando il pene”.

Gli agenti della sezione Volanti della Questura di Agrigento sono accorsi in maniera fulminea ed effettivamente, sulla terza spiaggia di San Leone, hanno subito notato e poi bloccato il cinquantenne. All’uomo sono stati contestati “atti contrari alla pubblica decenza”. Oltre ad elevargli la sanzione, i poliziotti hanno fatto in modo che il questore firmasse il divieto di avvicinamento, per le prossime 48 ore, alle spiagge agrigentine.

Il ripetersi di quel comportamento, durante la mattinata di ieri, aveva sollevato riprovazione e indignazione in chi s’è trovato, suo malgrado, ad assistere a un simile comportamento e che, senza perdere un solo secondo di tempo, ha richiesto l’intervento dei poliziotti della sezione Volanti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente alla rotatoria Giunone: è morto un trentacinquenne

  • Forti piogge, riecco il maltempo: è allerta meteo gialla

  • Mamma di due bambini prova a lanciarsi dal viadotto, salvata in extremis dalla polizia

  • Crolla cornicione di un palazzo: terrore in piazza Cavour, evacuate famiglie e sequestrata l'area

  • Alfa Romeo si schianta contro la rotonda degli Scrittori: un 30enne è in gravi condizioni

  • Viene colto da un malore mentre è alla guida: auto contro un palo, muore pensionato

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento