Blocchi di cemento ed auto dei vigili messe di traverso: adottate misure contro il terrorismo

Piani di sicurezza che vengono messi a punto per ogni singola manifestazione e anche dove non ci sono i blocchi l’attenzione resta ai massimi livelli

Blocchi di cemento

A San Leone è stato sbarrato con le auto della Polizia municipale l'ingresso del viale Falcone-Borsellino. A Sciacca, in occasione della processione della Madonna del Soccorso, sono comparsi i blocchi in cemento ad impedire il passaggio dei mezzi nelle aree di maggiore concentrazione della gente.

Misure straordinarie anche in provincia di Agrigento, piani di sicurezza che vengono messi a punto per ogni singola manifestazione e anche dove non ci sono i blocchi l’attenzione resta ai massimi livelli.

Il vice sindaco di Sciacca, Filippo Bellanca, ha partecipato, in Prefettura, ad Agrigento, accompagnato dal vice comandante della Polizia municipale, il commissario Salvino Navarra, a una riunione proprio per trattare il tema sicurezza. "In occasione della processione della Madonna del Soccorso – ha detto Bellanca al Giornale di Sicilia – quella era la misura da adottare e cioè la collocazione dei blocchi in cemento per impedire l’eventuale passaggio di mezzi. Per le altre manifestazioni in programma abbiamo ritenuto di non continuare con i blocchi in cemento, che il Comune ha noleggiato, ma nelle zone di accesso alle aree chiuse al trafficio ci sono le auto della Polizia municipale che, di fatto, svolgono la stessa funzione dei blocchi". Il Comune di Sciacca ha speso 2 mila euro per il noleggio, la collocazione e la rimozione dei blocchi in cemento.

A Ribera, dove si svolge un’intensa attività con concentramento di tanta gente sul lungomare di Seccagrande, il sindaco, Carmelo Pace, riferisce che "è stato messo a punto un piano di sicurezza, con le aree controllate, le vie di fuga e tutto quanto è stato ritenuto necessario, portato all’attenzione degli organismi competenti. Non ci sono i blocchi in cemento – aggiunge Pace – ma noi rimaniamo vigili su tutto quanto ci verrà richiesto per tuteare al massimo la sicurezza della gente che si reca a Seccagrande".

A Menfi non ci sono state misure di sicurezza straordinarie in occasione di Inycon e non sono previste per le prossime iniziative. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Sorpresa in un'osteria di Realmonte, arriva Giancarlo Giannini

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

  • "Sono caduta dalle scale": ferite non compatibili col racconto, avviate indagini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento